Acquisti Insider da tenere d’occhio: Bausch, TransDigm e altri

Titoli Insider

La scorsa settimana alcuni amministratori aziendali hanno effettuato acquisti di azioni di notevole entità – alcune di queste transazioni sono avvenute sulla scia della dei rapporti trimestrali sugli utili.

La saggezza convenzionale vuole che gli insider e i proprietari di una quota di almeno il 10% di una società comprino le azioni della stessa per un solo motivo: credono che il prezzo del titolo salirà, e vogliono trarne profitto. Per questo motivo, l’internal dealing può rappresentare un segnale incoraggiante per i potenziali investitori, soprattutto nei periodi di incertezza.

Malgrado la volatilità generale del mercato e le difficoltà economiche globali, gli insider continuano ad aggiungere azioni della loro società al loro portafoglio.

Ecco alcuni degli acquisti più interessanti, da parte di insider, pubblicati la scorsa settimana.

TransDigm

Un direttore di TransDigm Group Incorporated (NYSE: TDG) ha aggiunto indirettamente quasi 372.000 azioni del produttore di componenti di aeromobili alla sua partecipazione. I prezzi per azione andavano dai 309,87 ai 354,34 dollari, per un totale di oltre 125,18 milioni di dollari. Un altro dettaglio interessante e’ che, nella settimana precedente, anche un altro amministratore dell’azienda statunitense aveva acquistato 2.000 azioni.

All’inizio di questo mese, la società ha registrato utili per il secondo trimestre finanziario migliori del previsto. La scorsa settimana, il titolo ha chiuso a 325 dollari – all’interno della fascia di prezzo di acquisto del suddetto direttore. Il prezzo delle azioni è salito solo di circa 3% dal minimo del 2020, toccato a marzo.

Bausch Health

La scorsa settimana, un amministratore di Bausch Health Companies Inc (NYSE: BHC) ha comprato indirettamente quasi 5 milioni di azioni di questa azienda farmaceutica specializzata, ad un prezzo compreso tra i 15,85 e i 17,50 dollari per azione. L’ammontare dell’acquisto da parte dell’amministratore ha superato gli 83,25 milioni di dollari, portando la sua quota a quasi 25,85 milioni di azioni.

Questa società farmaceutica con sede in Canada ha prezzato e ingrandito un’offerta di azioni già annunciata la scorsa settimana. Le azioni sono scese di oltre il 6% la scorsa settimana, a 15,74 dollari, una cifra al di sotto della fascia di prezzo di acquisto dell’amministratore. Tuttavia, il titolo e’ in aumento di circa il 7% rispetto al minimo di quest’anno, raggiunto in marzo.

Aon

Un amministratore di Aon PLC AON (NYSE: AON) si è affrettato a comprare il titolo sulla scia dei risultati sugli utili trimestrali – pubblicati a inizio mese – migliori del previsto. A metà settimana, l’amministratore ha acquistato indirettamente 70.000 azioni per 195,00 dollari l’una, per un totale di 13,65 milioni di dollari. L’acquisto ha aumentato la sua quota di partecipazione a 100.000 azioni.

Le azioni di questa multinazionale britannica di servizi di gestione del rischio hanno chiuso a 191,67 dollari venerdi’, un prezzo di acquisto inferiore a quello sopra indicato. Il prezzo di venerdi’ e’ anche di oltre il 31% superiore al minimo del 2020, registrato durante il panico della pandemia a marzo.

Inoltre, e’ da notare che la scorsa settimana vi sono stati acquisti di internal dealing anche presso Boston Properties Inc. (NYSE: BXP), General Motors Company (NYSE: GM), Harley-Davidson Inc. (NYSE: OGG) e Penn National Gaming Inc (NASDAQ: PENN).