Il Titolo Adaptimmune vola sui progressi della terapia anti-cancro a linfociti T

Il Titolo Adaptimmune Vola sui Progressi della Terapia anti-Cancro a Linfociti T
2' di lettura

Il prezzo delle azioni della Adaptimmune Therapeutics PLC – ADR (NASDAQ: ADAP) era in forte aumento venerdì, in seguito ad una lettura clinica aggiornata da parte della compagnia.

Risposte coerenti dalla terapia a base di linfociti T

La società con sede a Filadelfia ha dichiarato che i dati aggiornati del suo studio di Fase 1, che valuta il farmaco ADP-A2M4, hanno mostrato durabilità e hanno avuto riscontri positivi nella lotta al sarcoma sinoviale – il che rende lo studio un potenziale test di registrazione clinica, ha affermato la società. Lo studio, soprannominato SPEARHEAD-1, è stato presentato al meeting annuale della American Society of Clinical Oncology, o ASCO (Società Americana di Oncologia Clinica),

Secondo Adaptimmune, i dati hanno anche supportato il superamento della cosiddetta analisi di futilità nello studio SPEARHEAD-1, riducendo la dimensione del campione da 60 a 45 pazienti.

Alla presentazione, l’azienda ha anche condiviso un cosiddetto Response Evaluation Criterion In Solid Tumors, o RECIST (criterio di valutazione della risposta nei tumori solidi), in un paziente con carcinoma polmonare, e anche un responso, registrato in precedenza, nei pazienti con carcinoma alla testa e al collo. Inoltre, sono state osservate prove di attività antitumorale nel cancro ovarico e della vescica, nonché nel melanoma, ha detto Adaptimmune.

Terapia a linfociti T efficace contro ampia gamma di tumori

Adaptimmune ha anche annunciato nuove risposte nello studio SURPASS, che confermerebbero il potenziale delle terapie a linfociti T con Specific Peptide Enhanced Affinity Receptor, o SPEAR (recettore di affinità potenziato per peptidi specifici), e mirate al Melanoma-Associated Antigen A4, o MAGE-A4 (antigene A4 associato al melanoma), per il trattamento di una vasta gamma di tumori in aggiunta al sarcoma.

Tre dei primi quattro pazienti trattati con l’ADP-A2M4CD8 hanno prodotto alcuni esiti, con una risposta parziale non confermata nella lotta al cancro della giunzione esofago-gastrica, oltre a una risposta parziale confermata nel primo campione di dosi riportata a gennaio. Inoltre, un paziente con carcinoma alla testa e al collo ha mostrato una risposta parziale non confermata.

L’azienda ha dichiarato che presenterà i dati aggiornati di questo studio nella seconda metà del 2020, in una conferenza medica.

Le informazioni supportano le motivazioni per due nuovi studi di Fase 2, ha riferito Adaptimmune: SPEARHEAD-2, nel carcinoma della testa e del collo, e una seconda sperimentazione nel cancro della giunzione esofago-gastrica. Il primo dovrebbe iniziare entro la fine dell’anno, il secondo nella prima metà del 2021.

All’ultimo controllo, le azioni Adaptimmune hanno avuto un’impennata del 99,07%, a 9,68 dollari.