AstraZeneca – Gilead: il maggiore accordo Di sempre?

AstraZeneca – Gilead: Il Maggiore Accordo Di Sempre?
2' di lettura

Il produttore farmaceutico britannico AstraZeneca Plc. (NYSE: AZN), il mese scorso, ha contattato la compagnia statunitense Gilead Sciences Inc. (NASDAQ: GILD), in merito a una potenziale fusione, che potrebbe rappresentare il più grande accordo mai registrato nell’industria farmaceutica.

Cosa È Successo

Secondo quanto riporta Bloomberg, AstraZeneca, gruppo con sede nel Regno Unito che sta freneticamente lavorando allo sviluppo di un vaccino contro il Coronavirus, ha contattato Gilead, azienda nota per il suo farmaco Remdesivir, l’unico trattamento approvato contro il COVID-19 negli Stati Uniti.

L’approccio preliminare non ha portato a discussioni formali tra le due società. Secondo quanto riferito, Gilead, con sede in California, non è interessata a vendere o a fondersi con un’altra grande azienda, rimanendo concentrata invece su collaborazioni e acquisizioni minori.

La compagnia statunitense ha rifiutato di commentare la possibile fusione, dichiarando a Bloomberg di non voler commentare voci o speculazioni.

Perché È Importante

È improbabile che lo sviluppo di trattamenti contro il Coronavirus possa far fare soldi a palate alle due compagnie farmaceutiche, e la speculazione sulla possibile fusione è un segno che entrambe stanno guardando oltre la pandemia, osserva Bloomberg.

Nel 2014, AstraZeneca è stata bersaglio di un’offerta pubblica di acquisto non riuscita da parte di Pfizer Inc. (NYSE: PFE). Da allora, l’azienda britannica è emersa come uno dei principali attori nel ramo oncologico e in alcune altre aree del settore Farmaceutico, con una forte attenzione alla produttività in ricerca e sviluppo.

Gilead è nota invece per lo sviluppo di una terapia anti-HIV a farmaco singolo, e per l’attenzione ai farmaci antivirali. Tuttavia, alcuni dei medicinali più venduti dal gruppo ora non sono più sotto protezione brevetti, secondo Bloomberg.

Il Remdesivir, un antivirale prodotto da Gilead, potrebbe realizzare vendite per un valore fino a 7,7 miliardi di dollari durante l’attuale pandemia, secondo Geoffrey Porges, analista di SVB Leerink, una banca d’investimento specializzata in Healthcare (settore Sanitario).

Alla chiusura di venerdì scorso, Gilead aveva un valore di 96 miliardi di dollari, mentre AstraZeneca è valutata 140 miliardi di dollari.

Movimento dei prezzi

Venerdì, le azioni AstraZeneca hanno chiuso la sessione ordinaria per lo più invariate, a quota 53,85 dollari, mentre le azioni Gilead hanno chiuso in calo dell’1,02%, a 76,75 dollari. Nella sessione successiva alla chiusura dei mercati, le azioni Gilead sono leggermente salite dello 0,20%, a 76,90 dollari.