Gli azionisti di Salesforce dovrebbero rallegrarsi o essere preoccupati?

Investing
3' di lettura

Crescita impressionante in considerazione delle circostanze

Considerando il clima globale, il fatto che Salesforce abbia continuato a crescere a ritmi sostenuti è oltremodo ammirevole. Inoltre, tra i punti salienti da inizio anno, figura il più grande accordo mai raggiunto dall’azienda con AT&T (NYSE: T). Il gigante delle telecomunicazioni costruirà una nuova visuale unificata di tutti i dati dei suoi clienti utilizzando Salesforce. Durante l’estate, infatti, AT&T inizierà l’aggiornamento dei suoi servizi per creare una migliore esperienza cliente.

Dominio del Mercato

Per l’anno finanziario 2021, il colosso del CRM ha chiaramente mostrato il suo dominio del mercato con 20 miliardi di dollari di vendite annue previste. Inoltre, la pandemia ha accelerato il passaggio al cloud computing. Nel corso degli ultimi mesi, le aziende si sono affrettate a implementare soluzioni di lavoro da casa. Si prevede che ciò aumenterà ulteriormente le operazioni Software-as-a-Service, o SaaS (Software come Servizio) dell’azienda. Per quanto riguarda il 2019, Salesforce si è posizionata molto più avanti di SAP SE (NYSE: SAP) e Oracle (NYSE: ORCL), con una quota di mercato del 18,4% contro, rispettivamente, il 5,3% e il 5,2%, secondo la società di ricerca IDC.

Struttura dei Ricavi Modificata

Sebbene Salesforce, per tutti i 21 anni della sua esistenza, si sia fatta conoscere come una potenza per quanto concerne i servizi SaaS, ora questo è cambiato. La sua linea di business più grande e in più rapida crescita adesso è “Piattaforma e Altro”, la quale ha superato i settori Servizi, Vendite, Marketing e Commercio. Peraltro, lo stato dell’azienda è in continua evoluzione. Si tratta di uno sviluppo profondo per un gruppo che occupa il terzo posto nell’elenco delle maggiori compagnie che si occupano di cloud computing. Salesforce, infatti, si colloca appena dietro ai mostri sacri Microsoft (NASDAQ: MSFT) e Amazon (NASDAQ: AMZN). Ciò rappresenta anche un indicatore molto chiaro del fatto che i principali fornitori di servizi cloud al mondo stanno facendo tutto il possibile per migliorare le loro offerte. Dopo tutto, il cloud sta diventando la nuova base IT dell’economia digitale.

L’azienda va forte nonostante i rischi

Nel complesso, questo gigante del software ha dimostrato di essere riuscito a diventare, e poi di rimanere, un elemento essenziale nelle esigenze operative di molte organizzazioni. Quel che è ancora più impressionante è che Salesforce ha mantenuto il suo status in tempi così difficili. L’azienda leader del cloud computing, nonché mega-cap con una capitalizzazione di mercato attuale di 157 miliardi di dollari, mantiene una posizione di mercato ragguardevole, grazie a vendite in aumento di quasi il 20% e ad un flusso di cassa libero stabile nel mezzo di una profonda recessione. E ciò è sicuramente motivo di invidia da parte dei numerosi rivali. Questo gigante della tecnologia, in effetti, ha molta liquidità a disposizione per continuare a investire in modo aggressivo nel suo sviluppo e per prendersi cura sia dei suoi clienti che dei suoi dipendenti. Per di più, il ritmo della trasformazione digitale sta avendo una sempre maggiore accelerazione, con gli stili di vita che vengono significativamente modificati dalla pandemia di COVID-19. E in qualità di uno dei pionieri che guidano questa trasformazione, Salesforce non ha nulla da temere in quanto sta sia cambiando che prosperando nello scenario attuale.