Hertz vende azioni senza valore

Gli ultimi aggiornamenti sulla grave situazione che coinvolge la storica compagnia statunitense di autonoleggio

Hertz può vendere azioni potenzialmente senza valore
1' di lettura

Venerdì, Hertz Global Holdings Inc. (NYSE:HTZ) ha ricevuto il via libera da un tribunale fallimentare per poter vendere nuove azioni potenzialmente senza valore nominale.

Cosa è successo

L’offerta pianificata potrebbe raccogliere fino a 1 miliardo di dollari, ed è progettata per trarre vantaggio da un rally delle proprie azioni.

I proventi della vendita delle azioni aiuteranno la società di autonoleggio a liquidare i suoi ingenti debiti, secondo quanto riferito da Bloomberg Law.

L’avvocato di Hertz, Tom Lauria, ha dichiarato che la società intende “muoversi molto rapidamente”.

Perché è importante

Secondo Bloomberg Law, Lauria, insieme ad altri avvocati, concorda col fatto che tale operazione, che sarà gestita da Jefferies LLC, è senza precedenti.

Hertz ha avvertito gli investitori che “le azioni ordinarie potrebbero finire per essere senza valore”, ha informato Lauria alla corte.

Un comitato di creditori non garantiti di Hertz ha appoggiato la vendita delle azioni, in quanto questa mossa potrebbe portare in cassa fino a 500 milioni di dollari, eliminando in tal modo la necessità di ricorrere a costosi prestiti fallimentari.

Dopo la decisione del tribunale, le obbligazioni Hertz con cedola al 5,5% e scadenza 2024 sono balzate di 13 centesimi, arrivando a quotare 48,5 centesimi sul dollaro, la miglior performance in due mesi.

L’acquisto di azioni di società in fallimento è rischioso per gli investitori, poiché obbligazionisti, fornitori e altri creditori devono essere rimborsati per intero prima che possano essere risarciti anche gli azionisti, e ciò accade raramente.

La Borsa di New York ha iniziato il processo di delisting di Hertz a maggio, ma la società sta facendo appello.

Movimento dei prezzi

Nella sessione pre-market di venerdì, le azioni Hertz hanno avuto un tonfo del 13,78%, a 2,44 dollari. Il titolo aveva chiuso la sessione regolare in aumento del 37,38%, a 2,83 dollari.