Analisti rialzisti su PG&E

Gli analisti di BofA sono ottimisti sul futuro dell’azienda dopo l’accordo con le vittime degli incendi boschivi causati dalle sue attrezzature

Analisti rialzisti su PG&E
2' di lettura

Lunedì mattina, le azioni Pacific Gas & Electric Corporation (NYSE:PCG) hanno tenuto relativamente bene dopo che la società ha concordato un nuovo accordo con il Comitato ufficiale per i ricorrenti nel contenzioso (TCC) relativo alla percentuale di partecipazione del Fire Victim Trust.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo

PG&E ha concluso un accordo che concede alle vittime degli incendi causati dalle proprie attrezzature una quota di proprietà pro-forma del 22,19% nella nuova utility riemersa dal fallimento, e un periodo di lock-up (impossibilità di effettuare negoziazioni) di 90 giorni sulle azioni offerte dalla società.

Lunedì, l’analista di Bank of America Julien Dumoulin-Smith dichiarato che l’utile netto normalizzato stimato per il 2021 sulla partecipazione del 22,19% del fondo è di circa 2,042 miliardi di dollari, in linea con le stime precedenti di 2,046 miliardi.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Perché è importante

Dumoulin-Smith ha dichiarato che l’accordo con le vittime degli incendi è ormai consolidato, il ché rimuove un’altra incertezza dall’ipotesi di investimento su PG&E, mentre la compagnia lavora per emergere dal fallimento.

“Mentre la pressione sulle vendite da parte delle vittime rimane una considerazione dopo il lock-up, il gruppo avrà 6,75 miliardi di dollari in liquidità e sarà probabilmente incentivato ad attendere il recupero della valutazione al fine di massimizzare il valore della proprietà azionaria”, ha scritto Dumoulin-Smith in una nota.

A seguito degli ultimi sviluppi, Bank of America ha ridotto il suo obiettivo di prezzo su PG&E da 14 a 12,20 dollari, ma la banca mantiene sul titolo la raccomandazione Buy.

Cosa potrebbe succedere

Dumoulin-Smith ha dichiarato che il prossimo passo per PG&E sarà probabilmente l’aumento di capitale tra metà e fine giugno. Nel frattempo, l’esposizione della società alle oscillazioni del mercato azionario creerà probabilmente un’estrema volatilità del titolo, ha affermato l’analista.

Il punto di vista di Benzinga

L’ottenimento di un accordo con le vittime è un altro passo importante nella giusta direzione per gli investitori di PG&E. Tuttavia, i termini dell’imminente offerta azionaria di PG&E da 9 miliardi di dollari sono ancora sconosciuti e avranno un impatto notevole sul valore delle azioni PG&E in futuro.