Acquisti insider della scorsa settimana: Cigna, Fox, Uber e altri

Diamo un’occhiata alle principali dinamiche di acquisto da parte di insider che hanno avuto luogo sul mercato USA la scorsa settimana.

Investing
3' di lettura
  • L’internal dealing (ovvero l’acquisto di titoli di una compagnia da parte di soggetti interni alla stessa) può essere un segnale incoraggiante per i potenziali investitori.
  • Alcuni addetti ai lavori hanno approfittato di un’offerta secondaria la scorsa settimana.
  • Anche due amministratori delegati hanno usufruito di una finestra di acquisto.

La saggezza convenzionale vuole che gli insider e i proprietari di una quota di almeno il 10% di una società comprino le azioni della stessa per un solo motivo: credono che il prezzo del titolo salirà e vogliono trarne profitto. Per questo motivo, l’internal buying può rappresentare un segnale incoraggiante per i potenziali investitori, soprattutto nei periodi di incertezza.

Malgrado la volatilità generale del mercato e le difficoltà economiche globali, gli insider hanno continuato ad aggiungere azioni delle loro società al proprio portafoglio. Ecco alcuni degli acquisti più interessanti, da parte di insider, resi noti la scorsa settimana.

Un direttore di Axis Capital Holdings Limited (NYSE:AXS) ha acquistato indirettamente poco meno di 1,35 milioni di azioni della società con sede alle Bermuda, ad un prezzo compreso fra i 38,77 e i 42,50 dollari per azione. Il totale della transazione ammonta a 55,67 milioni di dollari, con cui il direttore ha raddoppiato la sua partecipazione nella compagnia.

Un direttore di Fate Therapeutics Inc (NASDAQ:FATE) ha acquistato indirettamente oltre 1,41 milioni di azioni di questa compagnia biofarmaceutica al prezzo di 28,31 dollari per azione.

L’intero ammontare dell’operazione è di circa 40 milioni di dollari e ha portato la partecipazione del direttore a quasi 12,63 milioni di azioni.

Numerosi insider presso Cannae Holdings Inc (NYSE:CNNE), tra cui il presidente Brent Bickett, hanno approfittato di un’offerta secondaria di 37,50 dollari per azione per l’acquisizione di partecipazioni in questa holding finanziaria. Sono state acquistate complessivamente oltre 248.300 azioni, per un valore totale della transazione che ammonta a 9,31 milioni di dollari.

Un direttore di AES Corp (NYSE:AES) ha acquisito altre 500.000 azioni di questa utility elettrica con sede in Virginia, a prezzi che oscillano tra i 12,19 e i 12,25 dollari ciascuna. Il totale della transazione ammonta a 6,11 milioni di dollari. A maggio, lo stesso direttore aveva già acquisito 500.000 azioni.

La scorsa settimana Lachlan Murdoch, amministratore delegato di Fox Corp (NASDAQ:FOX), ha acquistato oltre 101.500 azioni. A 28,29 dollari per azione, il totale dell’operazione risulta di oltre 2,87 milioni di dollari. Occorre notare che in base a un piano di trasferimento, tali azioni sono state poi simultaneamente vendute a un trust familiare allo stesso prezzo.

Un direttore di Cigna Corp (NYSE:CI) ha acquisito poco meno di 5.500 azioni di questa compagnia assicurativa con sede nel Connecticut. Ad un prezzo medio di circa 187,36 dollari per azione, il valore complessivo dell’operazione supera il milione e 20.000 dollari. Tuttavia, è importante notare che, all’inizio del mese, alcuni dirigenti stavano vendendo le azioni del gruppo in loro possesso.

L’amministratore delegato di Advance Auto Parts, Inc. (NYSE:AAP), Thomas Greco, ha acquisito 7.200 azioni del gruppo al prezzo di 136,12 dollari per azione. L’operazione gli è costata 991.707 dollari, portando la sua partecipazione a quasi 132.500 azioni. All’inizio di questo mese, un paio di dirigenti avevano venduto un esiguo numero di azioni del gruppo.

Un direttore di Bristol-Myers Squibb Co (NYSE:BMY) ha aggiunto oltre 9.100 azioni alla propria partecipazione. Ad un prezzo per azione di 54,50 dollari; il valore della transazione ammonta a poco meno di 500.000 dollari, aumentando la partecipazione del direttore di circa il 41%. Si fa tuttavia notare che a maggio un paio di dirigenti aveva venduto oltre 28.000 azioni del gruppo.

All’inizio della scorsa settimana, un direttore di Uber Technologies Inc (NYSE:UBER) ha acquistato indirettamente alcune azioni della società con sede a San Francisco. A prezzi che vanno da 31,57 a 31,66 dollari, il controvalore d’acquisto delle oltre 15.400 azioni è di circa 497.400 dollari.

Altri internal dealing di tono minore sono stati effettuati presso Cooper Companies Inc (NYSE:COO), Enterprise Products Partners LP (NYSE:EPD), Park Hotels & Resorts Inc (NYSE:PK), Truist Financial Corp (NYSE:TFC) e VF Corp (NYSE:VFC).