I cinesi acquistano meno iPhone, ma la crescita nell’App store segnala un rimbalzo per Apple

Le vendite degli iPhone di Apple in Cina aveva segnato una ripresa prima di invertire la tendenza nel mese di maggio

I cinesi acquistano meno iPhone, ma la crescita nell’App store segnala un rimbalzo per Apple: rapporto
2' di lettura

Mentre la Cina revocava il lockdown relativo al coronavirus, le vendite dell’iPhone di Apple Inc (NASDAQ:AAPL) aveva assistito a una ripresa, ma i dati di maggio mostrano un’inversione di tendenza.

Cosa è successo

Citando le cifre della società di ricerca e consulenza con sede a Shanghai, CINNO Research, martedì la CNBC ha indicato che le vendite di iPhone sono passate da 3,9 milioni di unità ad aprile a 3,6 milioni nel mese di maggio.

La cifra di maggio è inferiore del 7,7% a quella di aprile, ma batte i 3,05 milioni di iPhone venduti nel maggio 2019.

Will Wong, un responsabile della ricerca presso una società di intelligence di mercato ha attribuito il basso numero di vendite al sentiment debole dei consumatori e a “preoccupazioni in merito ai posti di lavoro, a causa del rallentamento economico”.

Contrariamente al calo delle vendite di iPhone, le spese nell’App Store in Cina sono aumentate dell’11%, a 1,71 miliardi di dollari a maggio rispetto a 1,53 miliardi di dollari nel mese di aprile.

Perché è importante

Le vendite di iPhone di aprile hanno registrato un aumento del 160% rispetto a marzo. Le spedizioni sell-in, le vendite effettuate ai partner al dettaglio, sono aumentate del 30%, a 3 milioni, ad aprile rispetto al mese precedente.

Le vendite dell’iPhone in Cina hanno subito un colpo a febbraio, quando sono precipitate del 61% su base annua, a 494.000 unità, in un momento in cui il coronavirus attanagliava il paese, costringendo la società a chiudere i propri negozi.

A marzo Apple ha riaperto tutti i suoi 42 negozi nella Cina continentale.

Un aumento delle vendite dell’App Store è importante in quanto sta alla base dei servizi di Apple e ha portato a vendite per 46 milioni di miliardi nell’ultimo esercizio finanziario, secondo quanto riferito da CNBC.

Per adesso i consumatori potrebbero non acquistare un iPhone in attesa del rilascio di un modello 5G. Il 46,3% di tutti i modelli spediti in Cina a maggio rappresentavano dispositivi 5G.

Un analista di Wedbush Securities stima che 350 milioni dei 950 milioni di iPhone in tutto il mondo siano pronti per un aggiornamento, che potrebbe tradursi in un “super ciclo 5G”.

Movimento dei prezzi

Giovedì, le azioni di Apple erano in rialzo dello 0,36%, a 365.20 dollari, nella sessione seguente alla chiusura dei mercati. Il titolo aveva chiuso la sessione regolare in rialzo del 2,13%, a 366,53 dollari.