Workhorse ottiene il via libera per i van elettrici a zero emissioni

La sentenza di un giudice in California rafforza le conclusioni già precedentemente raggiunte in favore della compagnia

Workhorse ottiene il via libera per i van elettrici a zero emissioni
2' di lettura

Workhorse Group Inc (NASDAQ:WKHS) potrà vendere i suoi furgoni elettrici di serie C a emissioni zero in tutti i 50 stati USA, dopo che una sentenza della California ha rafforzato le precedenti conclusioni federali a favore dell’azienda.

Adesso Workhorse dovrà solo costruire i furgoni.

Il produttore con sede a Cincinnati sta costruendo un paio di camion al giorno nello stabilimento di Union City, in Indiana. L’obiettivo di produzione per quest’anno è compreso fra 300 e 400 furgoni. United Parcel Service (NYSE:UPS) e DHL hanno già effettuato ordini per circa 1.100 furgoni.

L’agenzia californiana per la protezione dell’aria (CARB) ha emesso un ordine esecutivo nei confronti di Workhorse, valido per un anno che però non è stato specificato. Il sito web del CARB non mostra ancora l’ordine. Il precedente furgone elettrico di serie E della Workhorse aveva ricevuto una certificazione per il 2018.

L’azienda in seguito ha smesso di fabbricare i furgoni di Serie E per concentrarsi sullo sviluppo di quelli di Serie C a corpo composito, con capacità di carico comprese fra 11,33 e 33,98 metri cubi. Inizialmente la capacità di carico era diversa, compresa fra 18,41 e 28,32 metri cubi.

La notizia di lunedì ha spinto verso l’alto le azioni di Workhorse. Di fatto sono aumentate del 600% negli ultimi 90 giorni. La maggior parte delle azioni di produttori di camion elettrici sono in aumento, guidate da Tesla Inc (NASDAQ:TSLA), salita di oltre il 7%, a 1.664 dollari, negli scambi a metà giornata.

Incentivi alle vendite in vista

L’ordine esecutivo del CARB facilita l’inclusione di Workhorse nel progetto di incentivi con voucher per camion e autobus a zero emissioni della California (HVIP). Lo stato utilizzerà i proventi delle multe nel mercato delle emissioni per incentivare gli acquirenti di veicoli a quasi zero e a zero emissioni (ZEV). Dal 2009, la California ha emesso 3.165 buoni per un valore di quasi 366 milioni di dollari per i ZEV.

A marzo Workhorse ha ricevuto un certificato di conformità dall’Agenzia di Protezione Ambientale (EPA) degli Stati Uniti. L’ordine del CARB è importante, poiché la California e altri 13 stati richiedono molto più della semplice conformità EPA per la vendita dei veicoli in tali stati.

“Ottenere questo ordine esecutivo dal CARB è un’altra tappa fondamentale per Workhorse e per l’industria dei veicoli elettrici in generale”, ha dichiarato l’amministratore delegato Duane Hughes, aggiungendo che prevede che l’HVIP costituirà “uno stimolo di crescita maggiore, poiché in futuro saranno disponibili ulteriori fondi voucher”.

Per la prima volta, la recente normativa CARB Advanced Clean Truck richiederà ai produttori di veicoli commerciali di rispettare le quote per la vendita di veicoli elettrici, a partire dal 9% nel 2024 e passando a camion esclusivamente elettrici entro il 2045.