L’FBI indaga sui profili Twitter colpiti dall’attacco hacker

Gli account di alto profilo coinvolti nell’hacking sono quelli di personaggi importanti, fra cui Elon Musk, Bill Gates e Barack Obama

L’FBI indaga sui profili Twitter colpiti dall’attacco hacker
2' di lettura

L’FBI sta indagando sul massiccio attacco hacker subito mercoledì da Twitter Inc. (NYSE:TWTR), secondo quanto riporta il Wall Street Journal.

Cosa è successo

L’attacco informatico è stato caratterizzato dal sabotaggio di diversi importanti profili Twitter verificati, compresi quelli di figure di alto profilo come Barack Obama, Joe Biden, il co-fondatore di Microsoft Corporation (NASDAQ:MSFT) Bill Gates e l’amministratore delegato di Tesla Inc. (NASDAQ:TSLA) Elon Musk, e ha sollevato dubbi sulla sicurezza dei sistemi della piattaforma social.

Dopo aver preso il controllo degli account, gli aggressori hanno promosso una truffa a danno di ignari follower, che ha fruttato un guadagno di 100.000 dollari in Bitcoin (BTC).

Giovedì l’FBI ha annunciato l’intenzione di indagare, affermando: “al momento emerge che i profili sembrano essere stati compromessi al fine di perpetuare la frode in criptovaluta”.

Lo stesso giorno è stata lanciata un’altra indagine dal Dipartimento dei servizi finanziari di New York, come annunciato dal Governatore Andrew Cuomo e come riportato dal Journal.

Dopo l’incidente sono emerse notizie secondo cui la sicurezza su Twitter sarebbe stata compromessa da un addetto ai lavori della compagnia, mentre quest’ultima aveva sostenuto che l’attacco era un’opera di ingegneria sociale di cui alcuni dipendenti sono stati vittima.

Perché è importante

L’attacco è rilevante poiché Twitter riveste il ruolo di preziosa piattaforma di discussione politica, in particolare in un momento in cui si avvicinano le elezioni presidenziali di novembre negli Stati Uniti, ha osservato il Journal.

Twitter non ha fornito dettagli su come è stato effettuato l’attacco, sulla natura degli strumenti utilizzati dagli aggressori o sulla durata della compromissione del sistema di sicurezza.

La piattaforma di microblogging non crede che le password siano state rubate durante l’attacco, ma ha affermato che gli hacker potrebbero comunque aver avuto accesso alle informazioni o condotto attività dannose.

Molti utenti dei servizi di Twitter non sono ancora in grado di accedere ai propri account, incluso lo staff del presidente della Camera, Nancy Pelosi, che ha perso l’accesso a causa della reimpostazione della password da parte del suo staff a seguito dell’attacco.

Il segretario stampa della Casa Bianca Kayleigh McEnany ha confermato al Journal che l’account Twitter del presidente Donald Trump non è stato coinvolto nell’attacco.

Movimento dei prezzi

Giovedì, nella sessione seguente alla chiusura dei mercati le azioni di Twitter erano in ribasso dello 0,51%, a 35,10 dollari. Il titolo aveva chiuso la sessione regolare in diminuzione dell’1,09%, a 35,28 dollari.