3 ETF legati ai rapporti sugli utili di questa settimana

Ecco tre fondi che seguono l’andamento del Dow Jones e dei settori tecnologico e industriale

3 ETF legati ai rapporti sugli utili di questa settimana
2' di lettura

La stagione degli utili del secondo trimestre continua questa settimana – e su base statistica finora non è andata così male.

Ad oggi ha riportato risultati effettivi per il secondo trimestre del 2020 il 26% delle società dell’S&P 500. In termini di utili, la percentuale di aziende che riporta utili per azione effettivi al di sopra delle stime è dell’81%, superiore alla media quinquennale, osserva John Butters di FactSet.

“Complessivamente le aziende stanno riportando utili superiori dell’11,4% alle stime, anche in questo caso un dato superiore alla media quinquennale. In termini di vendite, anche la percentuale di aziende che riporta vendite effettive al di sopra delle stime (71%) è superiore alla media quinquennale”.

Con una valanga di grandi nomi che questa settimana riferiranno gli utili, ecco qui alcuni ETF da considerare come delle scommesse sugli utili della settimana a venire.

SPDR Dow Jones Industrial Average ETF (DIA)

Diversi componenti del Dow Jones Industrial Average, tra cui Intel (NASDAQ:INTC) e Microsoft (NASDAQ:MSFT), la settimana scorsa hanno già riportato i loro dati finanziari, ma questa è una settimana epica di aggiornamenti per i componenti dell’SPDR Dow Jones Industrial Average ETF (NYSE:DIA).

Martedì, saranno quattro i titoli del Dow a riferire: 3M (NYSE:MMM), McDonald’s (NYSE:MCD), Pfizer (NYSE:PFE) e Visa (NYSE:V).

Poi mercoledì sarà il turno di Boeing (NYSE:BA) ed Apple (NASDAQ:AAPL), giovedì Procter & Gamble (NYSE:PG) e venerdì Merck (NYSE:MRK).

Technology Select Sector SPDR (XLK)

Parlando di Apple, il Technology Select Sector SPDR (NYSE:XLK), che è scivolato dell’1,53% a seguito dei report di Intel e Microsoft, assegna oltre il 21% del suo peso ad Apple, dunque questa sarà una settimana decisiva per XLK e i relativi ETF.

“La competenza di Apple nel confezionamento di hardware, software e servizi lo distingue dai rivali nel settore tecnologico”, secondo Morningstar. “Sebbene i punti di forza dell’azienda a ridotto vantaggio competitivo (narrow moat) possano essere riscontrati nel crescente coinvolgimento degli utenti nell’App Store, nei video, nella musica e nei servizi cloud, Apple subirà l’impatto delle diminuzioni per Apple Care e per le vendite pubblicitarie. L’offerta e la domanda dell’azienda subiranno l’impatto del coronavirus anche per il resto del 2020″.

Industrial Select Sector SPDR (XLI)

L’Industrial Select Sector SPDR (NYSE:XLI) è cresciuto di quasi l’8% nell’ultimo mese, ma resta ancora in ribasso di quasi il 16% rispetto al suo massimo a 52 settimane. Le speranze di un rimbalzo nel secondo semestre da parte di questo ETF potrebbero essere ampiamente decise dai report di Boeing, 3M e General Electric (NYSE:GE) nel corso di questa settimana.

Il rischio è che i titoli industriali segnalino un calo degli utili su base annua e che, in percentuale, solo i settori dei beni voluttuari e dell’energia abbiano fatto peggio in base a questo indicatore finanziario.

Foto di Daniel Lu via Wikimedia.

Nessun Articolo da visualizzare