PayPal, quali prospettive dopo i risultati del secondo trimestre?

A Wall Street si discute molto sulle prospettive della compagnia di pagamenti digitali; leggiamo l’opinione di alcuni importanti analisti

PayPal, quali prospettive dopo l’ottimo report del secondo trimestre?
4' di lettura

Mercoledì pomeriggio la società di pagamenti PayPal Holdings Inc (NASDAQ:PYPL) ha riferito i risultati del secondo trimestre, i quali hanno superato le stime degli analisti per quanto riguarda gli utili per azione, il fatturato e il volume totale dei pagamenti (TPV).

Ecco come gli analisti di PayPal stanno reagendo ai risultati e quali sono secondo loro le prospettive dell’azienda.

Cosa dicono gli analisti su PayPal L’analista di Wedbush Moshe Katri mantiene sulle azioni di PayPal il rating Outperform, con un aumento del prezzo obiettivo da 200 a 220 dollari.

Jason Kupferberg, di BofA Securities, mantiene invece la raccomandazione Buy con un obiettivo di prezzo aumentato da 215 a 235 dollari.

L’analista di Rosenblatt Securities Kenneth Hill mantiene il giudizio Buy, con un target price alzato da 196 a 204 dollari.

John Davis di Raymond James mantiene la raccomandazione Outperform e aumenta il prezzo obiettivo da 171 a 218 dollari.

Infine l’analista di Oppenheimer Jed Kelly mantiene la raccomandazione Outperform e eleva il target di prezzo da 140 a 230 dollari.

Wedbush sul trimestre eccezionale di PayPal Il trimestre “monstre” riportato da PayPal segna l’inizio del successo delle nuove iniziative di monetizzazione, ha dichiarato Katri in una nota.

Le entrate di 5,26 miliardi di dollari battono le stime degli analisti, ferme a 5 miliardi; anche gli utili per azione di 1,07 dollari superano le stime degli analisti, che si attestavano a 87 centesimi; infine il margine EBIT non-GAAP, a quota 28,2%, è salito di 500 punti base.

Il TPV ha mostrato un tasso di crescita del 30% su base valutaria costante, mentre il numero di account attivi rispetto allo scorso anno è cresciuto del 21% a 346 milioni, inclusi 26 milioni di esercenti, ha detto l’analista.

Rispetto allo scorso anno il TPV di Venmo è aumentato del 52% a 37 miliardi di dollari, mentre la sua base attiva è aumentata di 60 milioni di utenti, secondo l’analista di Wedbush.

Link correlato: Un’occhiata ai mercati: future USA in calo, focus sugli utili big tech

Secondo Bank of America i risultati trimestrali muovono il titolo

I risultati finanziari riportati da PayPal hanno superato le stime degli analisti in modo “abbastanza grande” da giustificare il rialzo del titolo, con la società che ha impressionato gli investitori per quanto riguarda tutti i principali indicatori finanziari, ha dichiarato Kupferberg in una nota. È incoraggiante pensare che il momentum possa continuare, in quanto la pandemia di COVID-19 ha semplicemente accelerato di diversi anni la penetrazione della spesa nell’e-commerce, secondo l’analista di BofA Securities.

“Restiamo rialzisti, dato il significativo valore di scarsità di PYPL e i benefici strutturali derivanti dalla pandemia.”

Rosenblatt sull’aggiornamento in-store di PayPal

PayPal ha segnalato una “maggiore concentrazione” sugli investimenti relativi alle funzionalità in-store, ha affermato Hill in una nota.

La pandemia ha accelerato gli sforzi di PayPal attraverso molteplici iniziative, tra cui la presenza nei punti vendita, in negozio, negli acquisti online, nel ritiro in negozio, negli ordini in anticipo, nella funzione di pagamento al tavolo e nella consegna a domicilio, ha affermato l’analista.

L’azienda inoltre sta investendo molto nelle tecnologie basate su QR code, col tentativo di introdurre già in questo trimestre una funzionalità POS integrata per QR code negli Stati Uniti e in Europa, secondo quanto dichiarato dall’analista.

In particolare, i QR code per PayPal o Venmo saranno presenti presso 8.200 rivenditori CVS Health negli Stati Uniti.

Raymond James: guidance anche migliore dei risultati

Il report finanziario del secondo trimestre di PayPal è stato impressionante, ma secondo Davis la guidance fornita è “ancora migliore”.

L’azienda ha ribadito la sua guidance per il 2020 con previsioni superiori a quanto previsto dalla comunità di analisti buy-side, e secondo l’esperto di Raymond James ciò suggerisce che il recente momentum può essere mantenuto.

La guidance di PayPal per il terzo trimestre e per la seconda metà del 2020 prevede che la crescita dei ricavi rettificata per il cambio valuta rimarrà elevata, con una stima conservativa del 25%, ha affermato Davis.

Oppenheimer, la sopravvalutazione di PayPal è giustificata

Il resoconto finanziario di PayPal chiarisce che la società sta sfruttando la sua grande rete al fine di diventare la società di pagamenti meglio posizionata all’interno di uno spazio in rapida crescita, ha detto Kelly in una nota.

Secondo l’analista, la sopravvalutazione del titolo è giustificata.

Il prezzo obiettivo di 230 dollari di Oppenheimer si basa su 40 volte l’utile per azione stimato per il 2022, il ché rappresenta un premio di cinque volte rispetto alla media triennale.

Movimento dei prezzi Giovedì mattina le azioni di PayPal hanno toccato un nuovo massimo storico a 198,64 dollari e all’ultimo controllo erano in rialzo del 4,41%, a 192,75 dollari.

Link correlato: 10 titoli da monitorare oggi, 30 luglio 2020