Tesla, prima occhiata alla batteria del Roadrunner

Una fonte del periodico Electrek mostra in anteprima alcune immagini delle nuove celle che verranno impiegate sulla prossima auto prodotta da Palo Alto

Tesla, prima occhiata alla batteria del Roadrunner
2' di lettura

In vista del Battery Day, sono state rivelate le foto di quella che sembra essere la nuova batteria di Tesla Inc (NASDAQ:TSLA).

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo Electrek ha condiviso alcune foto, ottenute da una fonte, che mostrano le nuove batterie prodotte in casa da Tesla, facenti parte del suo progetto segreto chiamato ‘Roadrunner’.

Il diametro della nuova batteria è due volte più grande di quello delle celle attualmente impiegate nelle Model 3 e Y; un diametro doppio si tradurrà in un volume quadruplo, secondo Electrek, che a sua volta porterà ad un aumento della capacità della batteria.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Perché è importante Le nuove celle Tesla sono progettate per aumentare il volume di produzione e quindi per aiutare l’azienda a ridurre i costi.

Il nuovo formato potrebbe aiutare a ridurre il numero di celle per pacco batteria da diverse migliaia a meno di 1.000.

Il design mostra anche che la batteria è a forma di tavolo, il che conferma un brevetto che Tesla aveva precedentemente depositato per un nuovo design; l’assenza di schede aiuta a semplificare la produzione della cella e anche a ridurre i costi.

Guarda anche: Tesla, cosa ci dicono i download dell’app sulle consegne trimestrali

A febbraio Electrek aveva svelato una prima occhiata al progetto ‘Roadrunner’ di Tesla. Il gruppo di Palo Alto sta lavorando per raggiungere l’obiettivo di superare il prezzo di 100 dollari/kWh; si dice che questo sia il ‘Santo Graal’ per i veicoli elettrici. Produrre a 100 dollari per kWh su larga scala aiuterà infatti i veicoli elettrici a competere meglio con le automobili tradizionali, che utilizzano il gas, ma senza gli attuali sussidi per i veicoli elettrici.

Attraverso la collaborazione con Panasonic, Tesla ha già raggiunto dei livelli di costo di produzione batteria leader nel settore; ma si vocifera che la società di Elon Musk stia lavorando a delle batterie proprie, al fine di migliorare ulteriormente i costi e la grandezza di Tesla.

Cosa potrebbe succedere Tesla dovrebbe svelare queste batterie e altri dettagli in occasione del Battery Day di martedì 22 settembre.