L’AD di Starbucks parla di crescita e altro

Kevin Johnson, intervenuto alla CNBC, ha parlato del traffico in negozio, dei fattori di crescita e dei consumatori cinesi

L’AD di Starbucks parla di traffico, crescita e clienti cinesi

Giovedì Starbucks (NASDAQ:SBUX) ha riportato per il quarto trimestre utili per azione pari a 0,51 dollari, battendo le aspettative degli analisti ferme a 0,31 dollari, e ha registrato vendite per 6,2 miliardi, superando anche in questo caso le stime degli analisti di Wall Street, che si attestavano a 6,04 miliardi.

Kevin Johnson, amministratore delegato di Starbucks, è intervenuto al programma ‘Squawk on the Street’ della CNBC commentando aspetti quali il traffico in negozio, la crescita dell’azienda e i consumatori cinesi.

Johnson sul traffico di Starbucks: “ad aprile abbiamo registrato vendite same-store comparabili per -65%; quattro mesi dopo siamo al -4%”, ha affermato Johnson.

Il traffico nelle caffetterie è in calo nelle principali aree commerciali ed è in aumento nei sobborghi, ha spiegato l’AD.

Johnson ha proseguito affermando che Starbucks sta ricalibrando i negozi dei quartieri centrali verso un formato da asporto, aggiungendo che sarà messo in funzione nei prossimi 12 mesi.

Starbucks ha aperto oltre il 60% dei suoi negozi con posti limitati e i clienti stanno tornando, ha affermato il CEO della catena.

Johnson sulla crescita di Starbucks: la crescita dell’azienda è sostenuta principalmente dagli ordini di gruppo e in secondo luogo dalle bevande. Inoltre i dati sulle pietanze di accompagnamento sono ai massimi storici, ha dichiarato Johnson alla CNBC.

Johnson sulla Cina: Starbucks è ottimista sulla sua attività in Cina, ha detto Johnson.

Tutti i posti a sedere possono essere occupati e ci sono pochissimi casi di COVID-19 nel Paese, ha aggiunto il CEO dell’azienda.

“Il consumatore cinese è quello maggiormente orientato al digitale a livello mondiale”.

Nell’ultimo trimestre Starbucks ha stabilito partnership con WeChat, Alibaba (NYSE:BABA) e Tencent, ha fatto sapere l’AD.

Movimento dei prezzi di SBUX: venerdì, all’ultimo controllo, le azioni Starbucks erano in calo dell’1,49%, a 86,98 dollari.