Bitcoin, un asset incompreso da molte persone

Mark Yusko, analista con un’opinione rialzista sulla criptovaluta, definisce quest'ultima “un asset che la maggior parte delle persone non comprende”

Bitcoin, un asset incompreso da molte persone
3' di lettura

Questa settimana Mark Yusko, amministratore delegato e direttore degli investimenti di Morgan Creek Capital Management e di Morgan Creek Digital, noto difensore del Bitcoin, ha esposto le sue previsioni in materia di criptovalute durante il programma PreMarket Prep di Benzinga questa settimana.

Dall’inizio di quest’anno il Grayscale Bitcoin Trust (OTCQX:GBTC) è cresciuto del 118,8%, ma Yusko prevede un rialzo ancora maggiore per il bitcoin.

“Chiaramente il bitcoin ha schiacciato l’S&P nel 2019 e lo ha fatto di nuovo quest’anno. Si tratta di un asset che la maggior parte delle persone non capisce”, ha detto Yusko.

“Quello che le persone non hanno ancora compreso è che bitcoin è il primo esempio di utilizzo del sistema operativo dell’Internet del tutto.”

Valore a lungo termine del bitcoin: Yusko ha confrontato il bitcoin con i sistemi operativi iOS e Android per smartphone.

“Quando in futuro nel mondo sarà tutto connesso, funzionerà tutto su blockchain; il bitcoin è la benzina, è il carburante per l’espansione della rete”, ha dichiarato il CEO di Morgan Creek Capital.

Yusko ha poi spiegato che agli albori di Internet, molti non capivano cosa fosse o il mondo in cui avrebbe cambiato il mondo e ha aggiunto che il bitcoin ha bisogno di arrivare a un punto di svolta legato a un utilizzo più ampio per poter sbloccare il suo vero potenziale.

“Il bitcoin è denaro o valore sul protocollo di internet, e farà ai servizi finanziari la stessa cosa che Internet ha fatto ai media; tutto il valore patrimoniale nei media tradizionali ora risiede nelle società di streaming e nelle società tecnologiche”, ha affermato Yusko.

Come investire: Yusko ha suggerito i modi più sicuri per detenere la criptovaluta per quegli investitori che vogliono puntare sul bitcoin nell’ambito della sua grande corsa.

“Per avere un’esposizione alla blockchain, bisogna rivolgersi per lo più ai mercati privati adesso”, ha detto Yusko. “Il modo più sicuro e più semplice per acquistare [bitcoin] è acquistare il ticker GBTC o il ticker ABTC.”

GBTC rappresenta il Grayscale Bitcoin Trust, che possiede e archivia i bitcoin offline in un fondo chiuso; Yusko ha affermato che il rischio maggiore per il GBTC è che scambia a un prezzo superiore rispetto al prezzo sottostante del bitcoin che possiede, creando così un rischio al ribasso qualora la Securities and Exchange Commission dovesse concedere l’approvazione all’inserimento di un ETF a tema bitcoin in una delle principali piazze di scambio degli Stati Uniti.

ABTC è invece un fondo quotato in Svizzera che non ha lo stesso problema di sovrapprezzo di GBTC.

Yusko ha affermato che gli investitori possono anche detenere bitcoin in modo diretto, tramite società come Coinbase o Cash App di Square Inc (NYSE:SQ); ha anche consigliato di puntare su titoli come Advanced Micro Devices, Inc. (NASDAQ:AMD) e NVIDIA Corporation (NASDAQ:NVDA) in quanto rappresentano delle scommesse su Ethereum e sul mining di bitcoin.

ETF sulla blockchain: Yusko non consiglierebbe gli ETF a tema blockchain come Reality Shares Nasdaq NexGen Economy ETF (NASDAQ:BLCN) e Amplify Transformational Data Sharing ETF (NYSE:BLOK).

“Gli ETF sulla blockchain non sono poi il massimo, dato che non sono molte le aziende direttamente coinvolte nella blockchain e in particolare nelle criptovalute, dunque il problema con queste cose è che sono altamente correlate all’S&P perché possiedono Microsoft e Intel”, ha affermato Yusko.

“Non è che sia terribile possederle, ma non sono correlate alla crescita in maniera così diretta”.

Guarda l’intervista completa con Mark nella clip qui sotto o ascolta il podcast qui

PreMarket Prep è un programma di trading quotidiano condotto dal proprietary trader Dennis Dick e dal floor trader Joel Elconin; puoi vedere PreMarket Prep in diretta tutti i giorni dalle 8 alle 9 ET. Puoi trovare la replica sul canale YouTube di Benzinga e il podcast su iTunes, Spotify, Google Play, Soundcloud, Stitcher e Tunein