Prima dell’apertura di Wall Street, 10/12/2020

Un’occhiata ai mercati; futures azionari USA in rialzo, focus su utili e dati economici

Sedute USA

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi sono in leggero aumento, dopo che nella sessione precedente il Nasdaq ha avuto un tonfo di circa il 2% a causa dello stallo al Congresso USA sulle nuove misure di stimolo economico. Gli investitori sono in attesa dei resoconti degli utili di Oracle Corporation (NYSE:ORCL), Adobe Inc (NASDAQ:ADBE), Costco Wholesale Corporation (NASDAQ:COST), Broadcom Inc (NASDAQ:AVGO) e Lululemon Athletica Inc (NASDAQ:LULU).

L’indice dei prezzi al consumo per novembre e i dati sulle nuove richieste di sussidio di disoccupazione per la scorsa settimana saranno diffusi entrambi alle 8:30 ET; è probabile che nella settimana del 5 dicembre le richieste di sussidio siano aumentate a 724.000 unità, rispetto alle 712.000 della settimana precedente.

I futures sull’indice Dow Jones hanno guadagnato 51 punti, attestandosi a 30.114, mentre quelli sull’S&P 500 sono in aumento di 4,75 punti, a quota 3.677,25. I futures sul Nasdaq sono in ribasso di 6 punti, a 12.361.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 15.391.700 contagi e circa 289.430 vittime; intanto l’India ha confermato almeno 9.767.370 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 6.728.450 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dello 0,8%, a 49,25 dollari al barile; anche i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dello 0,8%, a 45,89 dollari al barile. La scorsa settimana le scorte di greggio statunitensi sono aumentate di 15,19 milioni di barili, secondo quanto riportato mercoledì dall’Energy Information Administration. Il rapporto settimanale dell’EIA sulle scorte di gas naturale in stoccaggio sotterraneo verrà diffuso alle 10:30 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Nella giornata di oggi i listini europei sono perlopiù in territorio positivo: l’indice spagnolo Ibex guadagna lo 0,2%, lo STOXX Europe 600 scende dello 0,1%, l’indice francese CAC 40 è in rialzo dello 0,3%, il tedesco DAX 30 guadagna lo 0,1% e il FTSE 100 di Londra è in crescita dello 0,4%. Nei tre mesi da agosto a ottobre, l’economia britannica è cresciuta del 10,2%, e nel mese di ottobre la produzione industriale è aumentata dell’1,3%. Il deficit della bilancia commerciale del Paese è aumentato a 12 miliardi di sterline, un valore peggiore rispetto ai 9,6 miliardi di sterline previsti.

I mercati asiatici sono invece quasi tutti in rosso: l’indice giapponese Nikkei ha perso lo 0,23%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare +0,04%, l’Hang Seng di Hong Kong è arretrato dello 0,35% e l’indiano BSE Sensex ha registrato una flessione dello 0,2%; l’indice australiano S&P/ASX ha lasciato sul terreno lo 0,7%. Il mese scorso i prezzi alla produzione in Giappone sono diminuiti del 2,2% su base annua.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di KeyBanc hanno alzato il rating di Catalent, Inc. (NYSE:CTLT) da Sector Weight a Overweight e hanno annunciato un target price di 120 dollari.

Mercoledì le azioni di Catalent hanno perso il 2,1%, chiudendo a 92,31 dollari.

Ultime notizie

  • Starbucks Corporation (NASDAQ:SBUX), in occasione di un evento per gli investitori, ha ribadito la sua guidance per l’anno fiscale 2021; la società ha anche affermato di prevedere una crescita degli utili per azione rettificati per gli anni fiscali 2023 e 2024 compresa fra il 10% e il 12% su base annua. Starbucks ha poi annunciato per questa primavera l’intenzione di lanciare un espresso ghiacciato shakerato e il latte d’avena nei suoi negozi statunitensi.
  • Mercoledì Airbnb Inc ha valutato la sua offerta pubblica iniziale a 68 dollari per azione, come riferito dalla CNBC, che cita fonti vicine alla questione.
  • Mercoledì RH(NYSE:RH) ha riportato risultati migliori del previsto per il terzo trimestre.
  • Sony Corp (NYSE:SNE) ha siglato un accordo per l’acquisto di Crunchyroll, azienda di streaming video anime controllata da AT&T Inc (NYSE:T), per 1,175 miliardi di dollari in contanti.

Nessun Articolo da visualizzare