Snowflake, fine del lock-up per 37,9mln di azioni

Terminava ieri il periodo in cui coloro che hanno investito per primi nella società sono impossibilitati a vendere le azioni

Snowflake, fine del lock-up per quasi 38mln di azioni
2' di lettura

Il titolo Snowflake Inc (NYSE:SNOW) potrebbe assistere a nuove vendite in seguito alla scadenza del periodo di lock-up su oltre 37,9 milioni di azioni, come ha affermato la società in un deposito presso la SEC della scorsa settimana.

Cosa è successo: la solida performance del titolo Snowflake dal momento della quotazione, avvenuta a settembre, ha visto il titolo apprezzarsi del 123%; tale rialzo ha innescato un allentamento prematuro delle restrizioni (ovvero del periodo di lock-up) che consentirà agli azionisti che non sono dipendenti dell’azienda di vendere fino al 25% delle opzioni acquisite, pari a 37.904.494 azioni.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Martedì Barron’s ha riferito che Patrick Colville, analista di Deutsche Bank, ha ribadito il rating Hold su Snowflake, abbassando il target price da 335 a 270 dollari; secondo Colville, la scadenza anticipata del lock-up aumenterà il flottante delle azioni Snowflake dell’87%.

“Con il titolo di Snowflake in rialzo di quasi il 133% rispetto al prezzo dell’IPO, prevediamo che alla scadenza dei lock-up alcuni investitori passeranno all’incasso; questo potrebbe pesare sull’aumento del prezzo delle azioni da qui in avanti”, ha scritto Colville.

Perché è importante: secondo un rapporto del Financial Times, gli investitori privati in SNOW possiedono complessivamente azioni per un valore di oltre 48 miliardi di dollari, una cifra che indica uno dei maggiori guadagni di sempre tra coloro che hanno investito per primi in una società tech.

La società di venture capital Sutter Hill Ventures è una delle società che ha guadagnato di più dalla quotazione di SNOW, con una partecipazione complessiva del valore di 13,3 miliardi di dollari detenuta dal fondo e dai suoi singoli partner e affiliati, come riferisce il FT.

I membri del consiglio, i dipendenti e gli affiliati più stretti della società di data warehouse sono soggetti a restrizioni di vendita che impediranno ai grandi azionisti come Sutter Hill di incassare immediatamente.

Nel 2012 Michael Speiser ha guidato l’investimento di Sutter Hill su Snowflake: Speiser controlla azioni per un valore di 1,4 miliardi di dollari attraverso i suoi trust e le sue partecipazioni personali.

Sutter Hill ha costruito una grossa partecipazione iniziale su Snowflake, che viene mantenuta attraverso i successivi round di finanziamento.

Movimento dei prezzi: mercoledì le azioni SNOW hanno perso il 5,31% a 268,02 dollari.

Foto per gentile concessione: Alexey Klijatov via Wikimedia