Il Covid fa crollare il merito di credito delle Pmi italiane

1' di lettura

La ricerca di modefinance, effettuata su un campione di oltre 85mila piccole e medie imprese, evidenzia l’impatto della pandemia: vanificata la crescita degli ultimi 5 anni. Calo di una o due classi per oltre la metà delle Pmi

Il Covid ha colpito le Pmi italiane, compromettendone la crescita degli ultimi cinque anni. Un calo di una o due classi per oltre la metà delle Pmi, e addirittura di tre classi per un ulteriore 20%. Si tratta di un vero e proprio crollo per il merito di credito delle nostre piccole e medie imprese, secondo quanto emerge dalla ricerca dell’Ufficio Studi di modefinace, società fintech specializzata in soluzioni di intelligenza artificiale per la valutazione e la gestione del rischio di credito.

UN CAMPIONE DI 85MILA AZIENDE

L’analisi si basa su un campione di 85mila aziende che rispondono alla definizione di Pmi (ovvero presentano un fatturato tra 2 e 50 milioni o un totale attivo massimo di 43 milioni di euro e un numero di dipendenti compreso tra 10 e 250) e che al 30 novembre 2020 avevano depositato i bilanci del 2019. Prima della pandemia stavamo assistendo a una crescita lenta ma costante. Nel 2020 la tendenza progressiva sarà interrotta…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.