Ecco 3 ETF sulla prossima grande novità: le materie prime

Il mercato delle commodity sta registrando un incremento e gli hedge fund scommettono forte sul settore come mai in precedenza

Ecco 3 ETF sulla prossima grande novità: le materie prime
2' di lettura

Questo fine settimana Bloomberg ha riferito del boom che sta prendendo forma nei mercati delle materie prime.

Cosa è successo: gli investitori si stanno spostando dal mercato rialzista dei titoli azionari verso aree più lontane, alla ricerca di rendimenti in un contesto di tassi di interesse molto bassi.

“Le materie prime non erano così attraenti dalla metà degli anni 2000, quando la Cina stava accumulando di tutto, dal rame al cotone”, riferisce Bloomberg.

La storia indica diversi sviluppi:

  • JPMorgan Chase & Co. (NYSE:JPM) raccomanda una transizione dalle obbligazioni verso i materiali
  • Gli hedge fund puntano sul settore ai livelli massimi da un decennio, per un totale di quasi 120 miliardi di dollari
  • Anche i mercati agricoli sono saliti di oltre il 30% negli ultimi dieci anni
  • Il mais è al massimo settennale
  • Soia e grano registrano i prezzi più alti dal 2014
  • Il rame ha il potenziale per aumentare del 20% a oltre 10.000 dollari a tonnellata, secondo Francisco Blanch, capo della ricerca globale sulle materie prime presso Bank of America

Modi rapidi per investire sulle materie prime: se questo scenario vi fa venir voglia di entrare in azione, ecco tre ETF e due fondi sul rame in grado di fornire esposizione ai metalli e all’agricoltura che abbiamo messo insieme dopo aver chiesto allo staff di Benzinga alcune soluzioni rapide per puntare sulle commodity.

Non si tratta certo di un elenco esaustivo, ma di alcuni semplici modi per fare acquisti nel settore qualora riteniate che queste materie prime continueranno a crescere.

  • Invesco DB Agriculture Fund (NYSE:DBA): con 691,8 milioni di dollari di asset in gestione, questo è uno dei maggiori ETF al mondo che detiene materie prime agricole reali; il suo tasso di rendimento a 26 settimane è del 20,79%, secondo ETF Database. Negli ultimi sei mesi il prezzo delle azioni è aumentato del 20,79% e la scorsa settimana ha chiuso a 16,56 dollari.
  • Fra gli ETF che detengono titoli del settore agricolo, il più grande è il VanEck Vectors Agribusiness ETF (NYSE:MOO): ha 914,5 milioni di dollari di asset in gestione ed è “il miglior simbolo di borsa in circolazione”, come afferma Spencer Israel, produttore del PreMarket Prep di Benzinga; ha un tasso di rendimento a 26 settimane del 31,32%, secondo ETF Database. Negli ultimi sei mesi il fondo ha guadagnato il 29,89% e la scorsa settimana ha chiuso a 82,14 dollari.
  • Il VanEck Vectors Rare Earth/Strategic Metals ETF (NYSE:REMX) detiene titoli di società che producono metalli rari come titanio, molibdeno, cerio, manganese e tungsteno. Il fondo ha 421,1 milioni di dollari di asset in gestione, il tasso di rendimento a 26 settimane è dell’89,57% e la scorsa settimana il prezzo delle azioni ha chiuso a 72,38 dollari, in rialzo dell’87,90% negli ultimi sei mesi.
  • Per le scommesse sul solo rame, si può anche guardare al Barclays iPath Bloomberg Copper Subindex (NYSE:JJC), che è un ETN, e lo United States Copper Index Fund (NYSE:CPER), un ETP.

Fonte immagine: Pexels