Chi sono i vincitori dello short squeeze di GameStop?

Sentiamo l’opinione di coloro che sono riusciti a guadagnare una fortuna da questo evento, fra cui Ryan Cohen di Chewy e altri

Chi sono i vincitori dello short squeeze di GameStop?
2' di lettura

Giovedì le azioni GameStop Corp. (NYSE:GME) sono crollate del 44% dopo che Robinhood e altre importanti piattaforme di trading hanno impedito agli utenti di acquistare le azioni della società, provocando l’indignazione della comunità di trader al dettaglio e innescando almeno una causa legale.

Resta da vedere cosa succederà, ma in ogni caso molti investitori hanno già fatto una fortuna grazie allo short squeeze del titolo.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

La legione di milionari di GameStop è capitanata da WallStreetBets e dallo YouTuber Roaring Kitty, che ha piazzato una scommessa da 56.000 dollari su GameStop acquistando opzioni call; secondo gli screenshot del suo account, alla data di questa settimana tutte queste opzioni valevano oltre 16 milioni di dollari.

Ryan Cohen, co-fondatore di Chewy Inc (NYSE:CHWY), ha acquisito una partecipazione del 10% in GameStop ad agosto; all’epoca l’investimento ammontò a 75 milioni di dollari, ma questa settimana valeva 1,3 miliardi di dollari.

Donald Foss, miliardario del Michigan nonché fondatore della società di prestiti auto subprime Credit Acceptance Corp. (NASDAQ:CACC), a febbraio dell’anno scorso ha acquisito una partecipazione del 5,3% in GameStop; in quel periodo, la posizione gli è costata circa 12,5 milioni di dollari, ma al picco di GameStop raggiunto questa settimana valeva circa 1,5 miliardi di dollari.

Anche gli insider di GameStop hanno fatto una fortuna: l’amministratore delegato George Sherman possiede 2,36 milioni di azioni, il cui valore è passato da 45 milioni di dollari un mese fa a 1,13 miliardi questa settimana.

Il direttore finanziario di GameStop James Bell possiede 511.905 azioni della società; nell’ultimo mese il valore della sua partecipazione è passato da 9,9 a 247,2 milioni di dollari.

Anche Michael Burry, interpretato da Christian Bale nel film ‘La grande scommessa’ del 2015, è un grande investitore di GameStop: alla fine di settembre il fondo di Burry risultava possedere oltre 1,7 milioni di azioni del gruppo; supponendo che non abbia venduto, questa partecipazione ha raggiunto un valore massimo di 821 milioni di dollari questa settimana.

Anche Lee Ainslie, investitore in titoli value e direttore dell’hedge fund Maverick Capital, è stato un importante investitore di GameStop, secondo i dati contenuti nel suo modulo 13-F più recente: questa settimana la quota di 1,76 milioni di azioni di Maverick Capital ha raggiunto una valutazione massima di 850 milioni di dollari.

Il punto di vista di Benzinga: i trader possono scommettere che la saga dei broker che vietano l’acquisto del titolo GameStop è solo all’inizio; nei prossimi giorni potrebbero esserci ancora titoli di giornali, drammi e una volatilità più estrema del titolo.

(Foto di Chronis Yan su Unsplash )