ByteDance si muove verso i semiconduttori

Secondo un report di Bloomberg, l’azienda proprietaria di TikTok ha dato il via ad una campagna di assunzioni per gestire l’ingresso in questo comparto

ByteDance si muove verso i semiconduttori
2' di lettura

La start-up cinese ByteDance Ltd ha avviato una campagna di assunzioni per acquisire l’autosufficienza nella produzione dei semiconduttori, come riferisce Bloomberg.

Cosa è successo: l’iniziativa di ByteDance nasce dall’impegno del governo cinese di incrementare la spesa e sostenere la ricerca su chip all’avanguardia e intelligenza artificiale (AI).

Questo mese il Congresso Nazionale dei Rappresentanti del Popolo cinese ha adottato delle misure per contrastare gli impatti della crisi commerciale (come l’inserimento di Huawei Technologies Co Ltd nella blacklist USA) e per ridurre la dipendenza dai chip di Qualcomm Inc (NASDAQ:QCOM) e NVIDIA Corp (NASDAQ:NVDA).

Dei 143 miliardi di dollari di chip venduti in Cina l’anno scorso, solamente chip per un valore di 22,7 miliardi sono stati prodotti nel Paese asiatico; le società con sede in Cina hanno prodotto chip per un valore di soli 8,3 miliardi di dollari.

ByteDance ha pubblicato almeno una dozzina di offerte di lavoro nel settore dei semiconduttori, fra cui posizioni per ingegneri hardware e software in città come Shanghai e Pechino; la società madre di TikTok sta valutando diverse iniziative, inclusa la creazione di chip per server basati sui progetti di Arm Ltd. Secondo quanto riferito, ByteDance ha creato una squadra per valutare lo sviluppo dei chip per AI.

Il successo di TikTok e della sua versione cinese, Douyin, ha reso ByteDance la start-up globale di maggior valore al mondo.

La società, che l’ultima volta è stata valutata circa 180 miliardi di dollari, sta considerando la possibilità di effettuare un’IPO a Hong Kong per alcune delle sue attività, fra cui proprio Douyin.

Perché è importante: Baidu Inc (NASDAQ:BIDU), azienda rivale di ByteDance, ha recentemente raccolto 230 milioni di dollari per la sua unità di chip per intelligenza artificiale in vista di un potenziale spin-off del business; la recente raccolta fondi effettuata da Kunlun, divisione di Baidu dedicata ai semiconduttori per AI, ha valutato l’attività 2 miliardi di dollari. Baidu intende renderla un’azienda autonoma per monetizzare le sue capacità di progettazione di chip.

Alla fine del 2019 Alibaba Group Holding Ltd (NYSE:BABA) ha lanciato un chip per intelligenza artificiale per i suoi prodotti di cloud computing.

L’azienda unicorno cinese SenseTime ha iniziato a sviluppare in casa semiconduttori per AI dopo essere stata aggiunta alla lista nera negli Stati Uniti nel 2019.

Google, Amazon.Com Inc (NASDAQ:AMZN) ed Apple Inc (NASDAQ:AAPL) restano concentrate sul design personalizzato dei semiconduttori e nel frattempo effettuano incursioni anche in altri campi; i guadagni in termini di efficienza e di sicurezza figurano tra i principali vantaggi della creazione di hardware specifico per applicazioni.

Grazie a questa iniziativa, ByteDance potrebbe produrre chip personalizzati per l’elaborazione dei dati e per fornire raccomandazioni via AI per le sue app social.

Movimento dei prezzi: all’ultimo controllo, nella sessione pre-market di martedì, le azioni BIDU sono salite dello 0,37% a 266,50 dollari.