Come funzionano le fasce orarie per l’energia elettrica e come risparmiare in bolletta

1' di lettura

Nell’ultimo trimestre il prezzo dell’energia è aumentato. Leggere la bolletta è complicato ma conoscere il funzionamento delle fasce orarie può far diminuire il costo, usando gli elettrodomestici più dispendiosi nelle ore meno care. Ecco come e quando

Nel primo semestre del 2020, con l’arrivo del Covid i prezzi dell’energia hanno fatto registrare un importante calo. Ma nell’ultimo trimestre dello scorso anno, la tendenza si è invertita, con i costi che sono tornati a salire. Oggi le tariffe medie sono superiori rispetto a quelle rilevate prima della pandemia. Ecco perché è ancora più importante cercare di risparmiare, soprattutto in questi mesi in cui si trascorre, inevitabilmente, più tempo tra le mura domestiche.

I PREZZI IN RISALITA

Secondo i dati che emergono dalle simulazioni di Facile.it, guardando la media delle tariffe del mercato libero disponibili online, la spesa per la corrente elettrica di una famiglia con un consumo annuo di 2.700 kWh è stata pari, nei primi tre mesi del 2021, a 47,59 euro al mese, valore in aumento del 5 per cento rispetto allo stesso periodo del 2020. Col segno più anche la bolletta del gas: una famiglia con un consumo annuo di 1.400 smc ha pagato in media 87,62 euro al mese, ossia l’1,7 per cento in più rispetto allo scorso anno. E sul mercato tutelato, il trend è sempre lo stesso…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.