Tesla, Musk conferma avvistamento Cybertruck

Il nuovo pick-up dell’azienda californiana è stato visto presso la Gigafactory Texas; il CEO tuttavia non ha fornito tempistiche sulla produzione

Tesla, Musk conferma avvistamento Cybertruck

Giovedì l’amministratore delegato di Tesla Inc (NASDAQ:TSLA), Elon Musk, ha confermato tramite il sito di social media Twitter l’avvistamento del suo attesissimo veicolo elettrico, il Cybertruck, presso la nuova Gigafactory Texas dove sarà costruito, ma non ha rivelato le tempistiche esatte di produzione.

Cosa è successo: Musk ha risposto a un tweet sull’avvistamento del Cybertruck presso la nuova struttura in Texas, confermando che si trattava effettivamente del sito di produzione; il pick-up non convenzionale di forma triangolare è stato svelato nel 2019 e, secondo quanto riferito, la produzione dovrebbe iniziare nel mese di giugno.

Il Cybertruck ha iniziato a ricevere i pre-ordini a novembre 2019 e l’anno scorso Musk, in occasione dell’evento Battery Day, aveva stimato un numero compreso tra mezzo milione e 600.000 clienti in lista d’attesa per il suo pick-up elettrico; in confronto, nel 2020 Tesla ha consegnato circa mezzo milione di veicoli.

Guarda anche: Cybertruck di Tesla, analisti stimano 650.000 pre-ordini

Secondo Tesla, il Cybertruck – veicolo dall’aspetto non convenzionale – possiede il meglio di entrambi i mondi: utilità migliore di un camion e prestazioni migliori di un’auto sportiva.

“Se siamo fortunati, saremo in grado di effettuare alcune consegne verso la fine di quest’anno, ma prevedo la produzione in serie per il 2022”, aveva dichiarato Musk a gennaio durante una chiamata post-utili con gli analisti.

Il Cybertruck dovrebbe essere prodotto presso la Gigafactory Texas di Tesla, che è in costruzione ad Austin (Texas); da quanto emerge, ai dipendenti che lavorano su questa linea è stato chiesto di prepararsi a trasferirsi in Texas a giugno per iniziare a lavorare.

Perché è importante: Tesla e il suo AD Elon Musk hanno subito diverse critiche per il ritardo sulle scadenze, ma la società mira a rendere operativa la nuova fabbrica in Texas entro la fine di quest’anno.

Si prevede che la Giga Texas, come è comunemente nota, sarà la fabbrica principale sia per il Cybertruck che per il Semi, oltre a produrre le vetture Model 3 e Model Y.

In un altro tweet, giovedì scorso Musk ha rivelato che la produzione limitata della Model Y dovrebbe iniziare sia presso la Gigafactory del Texas che in quella di Berlino, con elevati volumi di produzione per il prossimo anno.

Movimento dei prezzi: giovedì le azioni Tesla hanno chiuso con un +0,9% a 738,85 dollari; il titolo ha un massimo a 52 settimane di 900,40 dollari e un minimo di 134,76 dollari.

Foto gentilmente concessa da Tesla