Apple, analisti prevedono aumento +10% del dividendo

Wells Fargo prevede che il gruppo di Cupertino annuncerà l’incremento in occasione del rapporto sugli utili del 2° trimestre

Apple, analisti prevedono aumento +10% del dividendo

L’analista di Wells Fargo, Aaron Rakers, prevede che Apple Inc. (NASDAQ:AAPL), in occasione dei risultati del secondo trimestre il 28 aprile, annuncerà un aumento dei dividendi di almeno il 10% e che amplierà di 50 miliardi di dollari il suo programma di buyback, come riportato lunedì da Barron’s.

Cosa è successo: secondo il contenuto della sua nota di ricerca, Rakers prevede che Apple incrementerà il suo dividendo di almeno il 10%, un aspetto che indica una significativa generazione di flusso di cassa libero (FCF), come riferisce Barron’s; nel primo trimestre la generazione di FCF di Apple ha raggiunto la cifra record di 35,3 miliardi di dollari.

L’aumento del dividendo a circa 0,90 dollari per azione su base annualizzata costituirebbe il maggior incremento di dividendo dal 2018, quando Apple annunciò un aumento del 16%, ha osservato l’analista; nel primo trimestre il produttore di iPhone aveva dichiarato un dividendo di 0,205 dollari per azione.

Secondo quanto riferito, Rakers stima anche che il colosso tech di Cupertino espanderà il suo programma di riacquisto di azioni proprie di almeno 50 miliardi di dollari, dopo aver concluso il primo trimestre con 32,4 miliardi di dollari rimanenti dalla sua precedente autorizzazione.

Rakers ha osservato che, dall’ultimo aggiornamento sul rendimento di capitale (pubblicato ad aprile 2020), Apple ha effettuato riacquisti di azioni per 57,9 miliardi di dollari e ha pagato dividendi per 10,8 miliardi, come indica il report; Apple ha dichiarato di aver restituito oltre 30 miliardi di dollari agli azionisti durante il primo trimestre.

Perché è importante: Apple è cresciuta nonostante la pandemia. A gennaio la società ha riportato risultati del primo trimestre che sono stati ampiamente superiori alle stime, con iPhone, dispositivi indossabili e servizi che hanno registrato ricavi record; il fatturato è cresciuto del 21,4% su base annua e per la prima volta in assoluto ha superato la soglia dei 100 miliardi di dollari.

Il colosso tecnologico è la maggiore società per azioni quotata negli Stati Uniti, con una capitalizzazione di mercato di 2.270 miliardi di dollari.

Movimento dei prezzi: lunedì le azioni Apple hanno chiuso in aumento di quasi lo 0,6% a 134,94 dollari.

Nessun Articolo da visualizzare