La svolta dello smart farming secondo Vontobel

1' di lettura

Elena Tedesco, portfolio manager di Vontobel, spiega perché le tecniche agricole che uniscono l’efficienza tecnologica al rispetto dell’ambiente possono portare a un aumento della produttività e a una maggiore sostenibilità dei portafogli

Di recente i prezzi dei generi alimentari, in particolare quelli degli oli vegetali, dello zucchero e dei cereali, hanno registrato la maggiore impennata dell’ultimo decennio. A rilevarlo è l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), prefigurando un problema sia per i consumatori che per i governi, poiché controllare i prezzi agricoli non rappresenta una soluzione efficace.

AUMENTARE L’EFFICIENZA PRODUTTIVA: LO SMART FARMING

Un’analisi di Elena Tedesco, portfolio manager di Vontobel, evidenzia le strategie possibili per affrontare l’aumento dei prezzi e la connesse carenza di cibo e parte dallo smart farming. Con quest’espressione ci si riferisce a tecniche agricole rispettose dell’ambiente e basate sui dati, quali l’agricoltura di precisione (monitoraggio basato sui dati dei campi per consentire il rilevamento precoce di malattie e l’applicazione mirata di fertilizzanti e pesticidi), l’agricoltura verticale (piante coltivate in scaffali) o l’acquacoltura (ad es. gli allevamenti di pesce). Le società che trainano questi sviluppi, spiega Tedesco, potrebbero non solo contribuire a ridurre la fame nelle regioni più povere del mondo, ma anche a rendere più sostenibili i portafogli…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.