General Motors può scambiare a multipli simili a Tesla

Il piano di General Motors per il lancio di auto elettriche non è passato inosservato a Wall Street

General Motors può scambiare a multipli simili a Tesla
3' di lettura

La forte attenzione posta da General Motors Co (NYSE:GM) nei confronti del lancio di veicoli elettrici è stata notata dagli investitori di Wall Street; la casa automobilistica tradizionale con sede a Detroit potrebbe essere scambiata a multipli simili a Tesla Inc. (NASDAQ:TSLA) e altri rivali specializzati esclusivamente in veicoli elettrici, secondo Wedbush.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

L’analista su GM

Daniel Ives, analista di Wedbush, ha iniziato la copertura di General Motors con un rating Outperform e un target price di 85 dollari.

La tesi su GM

Ives, noto per essere da diverso tempo rialzista su Tesla, ritiene che il 2021 costituisca un punto di svolta per la casa automobilistica tradizionale poiché quest’ultima traccerà un passaggio completo a un futuro elettrico e ha le potenzialità per raddoppiare la propria capitalizzazione di mercato entro la fine del 2022.

GM ha infatti in programma il lancio di almeno 20 nuovi veicoli elettrici entro i prossimi due anni e 30 nei prossimi tre.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

“Riteniamo che quando GM metterà in campo la propria visione in materia di veicoli elettrici nel corso dei prossimi anni, il titolo sarà rivalutato più come tecnologia disruptive e scommessa nel settore EV, piuttosto che secondo la sua tradizionale valutazione automobilistica”, ha scritto Ives in una nota.

La casa automobilistica, nota per i suoi pick-up e SUV di grandi dimensioni, ha fissato una scadenza più ravvicinata e prevede investimenti di 35 miliardi di dollari entro il 2025 per accelerare il passaggio ai veicoli elettrici. GM mira ad avere una gamma di vetture costituita al 40% da veicoli elettrici a batteria negli USA entro la fine del 2025 mentre prevede che i veicoli elettrici costituiranno il 100% delle vendite entro il 2035.

Leggi anche: Leggi anche: Ford alza target di investimento a 5 anni su elettrico

Perché è importante

General Motors è in buona compagnia, considerando che altri attori tradizionali quali Ford Motor Co (NYSE:F) e Volkswagen Ag (OTC:VWAGY) stanno investendo sempre più per il passaggio ai veicoli elettrici in un momento in cui si fanno largo startup che si dedicano esclusivamente a questo tipo di vetture, come ad esempio Nio Inc (NYSE:NIO), Xpeng Inc (NYSE:XPEV), Li Auto (NASDAQ:LI), Rivian e Lucid Motors.

Leggi anche: Volkswagen, CEO “deluso” dai risultati del G7 sul carbone

Tesla, le cui vendite di auto negli Stati Uniti rappresentano solo una piccola porzione delle vendite totali, vanta una capitalizzazione di mercato di 629 miliardi di dollari, ben superiore rispetto a quella di GM (81,3 miliardi di dollari) e di Ford (55,13 miliardi).

Secondo Ives, allo stato attuale i veicoli elettrici rappresentano soltanto il 3% delle auto a livello globale e sono orientati a raggiungere il 10% entro il 2025 e più del 20% entro il 2030.

Con Mary Barra a ricoprire il ruolo di CEO e la casa automobilistica “che sviluppa una tecnologia per le batterie rivoluzionaria con la piattaforma Ultium”, GM si trova in una “ottima posizione per trarre vantaggio da un mercato da 5.000 miliardi che emergerà nel prossimo decennio”, ha affermato Ives.

Movimento dei prezzi

Giovedì le azioni GM hanno chiuso in ribasso dello 0,94% a 56,06 dollari.

Foto: Per gentile concessione di General Motors