CEO Coinbase risponde su Twitter a co-fondatore Dogecoin

Brian Armstrong ha replicato a Jackson Palmer, che di recente aveva definito le cripto “una tecnologia intrinsecamente di destra e ipercapitalistica”

CEO Coinbase risponde su Twitter a co-fondatore Dogecoin
2' di lettura

Cosa è successo

Brian Armstrong, amministratore delegato di Coinbase Global Inc (NASDAQ:COIN), ha risposto via Twitter all’attacco mosso dal co-fondatore di Dogecoin (CRYPTO:DOGE) Jackson Palmer all’industria delle criptovalute.

Secondo Armstrong, per coloro che non sono soddisfatti delle “conseguenze indesiderate” delle soluzioni proposte dai governi, le criptovalute rappresentano una “indispensabile boccata d’aria fresca”.

Il CEO di Coinbase ha affermato che la criptovaluta offre maggiore libertà economica all’investitore medio in tutto il mondo, consentendo un facile punto di ingresso nonostante le restrizioni imposte dalle leggi attuali.

“Le leggi sugli investitori accreditati sono un buon esempio”, ha detto Armstrong; “sono state create con le migliori intenzioni per proteggere le persone normali dalle truffe: un’idea nobile. Ma qual è stato il risultato effettivo? Spesso hanno reso illegale la possibilità di diventare ricchi tramite investimenti a meno che tu non sia già ricco”.

“Questo è uno dei motivi per cui Bitcoin ha reso abbienti così tante persone. Non era un titolo finanziario, quindi le persone normali hanno potuto investire sin dall’inizio”, ha aggiunto il CEO dell’exchange di criptovalute.

Armstrong ha poi spiegato che le criptovalute non risolveranno il problema della disparità di ricchezza, poiché non cercano di creare lo stesso risultato per tutti.

“Ma creano mobilità della ricchezza e maggiore uguaglianza di opportunità per tutti; livellano il campo di gioco, almeno in una certa misura”.

Per coloro che preferiscono comunque un maggior controllo sulla loro vita finanziaria, Armstrong indica il sistema delle valute a corso legale, che già esiste.

“Le cripto stanno semplicemente fornendo un’alternativa alle persone che desiderano maggior libertà. Ognuno può fare la propria scelta, e probabilmente questa è una buona cosa”, ha concluso Armstrong.

Movimento dei prezzi

Al momento della pubblicazione lunedì, il principale asset digitale al mondo, Bitcoin (CRYPTO:BTC), era in ribasso giornaliero dell’1,34% a 31.300 dollari. Anche il resto del mercato delle criptovalute ha perso terreno, con la maggior parte delle monete digitali che negli ultimi sette giorni ha perso oltre il 7%.