Pre-market: futures USA in rialzo, attesa dati PIL e sussidi

Un’occhiata ai mercati; si attendono le trimestrali di Mastercard, Merck, Comcast e AstraZeneca

Sedute USA
4' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi erano perlopiù in aumento in vista della pubblicazione degli utili da parte di importanti aziende. Gli investitori sono in attesa dei risultati degli utili da Mastercard Inc (NYSE:MA), Merck & Co., Inc. (NYSE:MRK), Comcast Corporation (NASDAQ:CMCSA) e AstraZeneca plc (NASDAQ:AZN).

I dati sulle richieste di nuovi sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti per la scorsa settimana e sul PIL del Paese nel secondo trimestre saranno diffusi alle ore 8:30 ET; l’indice delle vendite di case in corso per giugno verrà pubblicato alle 10:00 ET.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

I futures sull’indice Dow Jones erano in rialzo di 147 punti, attestandosi a 34.981, quelli sull’S&P 500 salivano di 8,50 punti a quota 4.402,25 e i futures sul Nasdaq 100 cedevano 13,75 punti, a 14.997,75.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 34.672.820 contagi e circa 611.800 vittime; intanto l’India ha registrato un totale di almeno 31.528.110 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha confermato oltre 19.797.080 casi.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dello 0,5% a 74,23 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dello 0,7% a 72,87 dollari al barile. Nella settimana terminata il 23 luglio le scorte di petrolio greggio degli Stati Uniti sono diminuite di 4,089 milioni di barili, dopo un aumento di 2,108 milioni nel periodo precedente, ha comunicato mercoledì l’Energy Information Administration (EIA); il report settimanale dell’EIA sulle scorte di gas naturale in stoccaggio sotterraneo degli USA verrà diffuso alle 10:30 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei hanno avviato gli scambi in rialzo: l’indice spagnolo Ibex guadagnava lo 0,7%, lo STOXX Europe 600 saliva dello 0,4%, l’indice francese CAC 40 era in aumento dello 0,7%, il FTSE 100 di Londra saliva dello 0,9% e l’indice tedesco DAX 30 faceva segnare +0,4%. A luglio l’indicatore di fiducia dei consumatori nell’Eurozona è stato confermato a -4,4, mentre l’indicatore di fiducia dei servizi è salito a 19,3; sempre a luglio, l’indicatore di fiducia di settore nell’Eurozona è salito a 14,6. A giugno i prezzi alla produzione in Italia sono cresciuti del 9,1% su base annua. Sempre a giugno, il credito al consumo nel Regno Unito è salito di 0,31 miliardi di sterline; nello stesso mese, le fabbriche del Regno Unito hanno prodotto 69.097 auto. Nel secondo trimestre il tasso di disoccupazione in Spagna è sceso al 15,26% dal 15,98% del trimestre precedente; a luglio il tasso di inflazione annuale del Paese è salito al 2,9%. A giugno l’indice di produzione industriale in Francia ha mostrato un aumento dell’1,1%. Sempre a giugno, il tasso di disoccupazione in Germania si è attestato al 3,7%.

I listini asiatici hanno terminato la sessione in territorio positivo: l’indice giapponese Nikkei ha guadagnato lo 0,73%, l’Hang Seng di Hong Kong è balzato del 3,30%, il cinese Shanghai Composite è salito dell’1,49%, l’indice australiano S&P/ASX 200 ha avuto un rialzo dello 0,5% e l’indiano BSE Sensex ha fatto segnare +0,4%. Durante il secondo trimestre i prezzi all’importazione in Australia sono cresciuti dell’1,9% su base trimestrale e i prezzi all’esportazione sono saliti del 13,2%.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di DZ Bank hanno alzato il rating di Tesla, Inc. (NASDAQ:TSLA) da Sell a Buy e hanno annunciato un target price di 750 dollari.

Negli scambi pre-market le azioni Tesla erano in rialzo dello 0,9% a 652,57 dollari.

Ultime notizie

  • Facebook Inc (NASDAQ:FB) ha riportato utili del secondo trimestre migliori del previsto; la società ha visto i suoi utenti attivi giornalieri crescere del 7% su base annua a 1,91 miliardi nel trimestre; gli utenti attivi mensili sono aumentati del 7% a 2,9 miliardi. Facebook ha affermato che nel terzo e quarto trimestre i tassi di crescita dei ricavi potrebbero rallentare “in modo significativo” a causa dei difficili confronti con i dati dell’anno precedente.
  • M.D.C. Holdings, Inc. (NYSE:MDC) ha registrato utili positivi per il secondo trimestre.
  • QUALCOMM Incorporated (NASDAQ:QCOM) ha riportato risultati del terzo trimestre migliori del previsto e ha pubblicato una solida guidance sugli utili per il quarto trimestre.
  • Ford Motor Company (NYSE:F) ha registrato un profitto a sorpresa per il secondo trimestre e le vendite hanno superato le stime di mercato; l’azienda, inoltre, ha alzato la guidance sugli utili per l’intero anno.