Pre-market: futures USA in calo, attesa dati disoccupazione

Un’occhiata ai mercati: si attendono gli interventi degli speaker della Federal Reserve e le trimestrali di Hovnanian, Zumiez, Dave & Buster's e Verint

Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi erano in territorio negativo dopo aver registrato perdite nella sessione precedente. Gli investitori sono in attesa dei risultati degli utili da Hovnanian Enterprises, Inc. (NYSE:HOV), Zumiez Inc. (NASDAQ:ZUMZ), Dave & Buster’s Entertainment Inc (NASDAQ:PLAY) e Verint Systems Inc. (NASDAQ:VRNT).

I dati sulle richieste di nuovi sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti per la scorsa settimana saranno diffusi alle ore 8:30 ET; gli analisti prevedono che nella settimana terminata il 4 settembre le richieste di disoccupazione siano salite a 344.000 unità dalle 340.000 della settimana precedente. Il presidente della Federal Reserve di Chicago, Charles Evans, prenderà la parola alle 11:05 ET; la presidente della Federal Reserve di San Francisco, Mary Daly, interverrà alle 11:05 ET; il presidente della Federal Reserve di Dallas, Robert Kaplan, parlerà alle 12:00 ET; Michelle Bowman, membro del board dei governatori della Federal Reserve, parlerà alle 13:00 ET; il presidente della Federal Reserve di New York, John Williams, interverrà alle 14:00 ET; infine, il presidente della Federal Reserve di Boston, Eric Rosengren, parlerà alle 16:25 ET.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

I futures sull’indice Dow Jones erano in ribasso di 78 punti, attestandosi a 34.934, quelli sull’S&P 500 cedevano 11,50 punti a quota 4.501 e i futures sul Nasdaq 100 perdevano 37 punti, a 15.583.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 40.456.780 contagi e circa 652.670 vittime; intanto l’India ha registrato un totale di almeno 33.139.980 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha confermato oltre 20.928.000 casi.

I prezzi del petrolio sono scesi, coi futures sul Brent in calo dello 0,2% a 72,46 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un ribasso dello 0,3% a 69,07 dollari al barile. Martedì sera l’American Petroleum Institute ha riportato un calo di 2,882 milioni di barili nelle scorte di greggio degli Stati Uniti per la settimana terminata il 3 settembre. Il report settimanale dell’Energy Information Administration (EIA) sulle riserve di gas naturale degli USA in stoccaggio sotterraneo è previsto per le 10:30 ET, mentre il report settimanale dell’EIA sulle scorte di petrolio sarà pubblicato alle 11:00 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei hanno avviato le contrattazioni in calo: l’indice spagnolo Ibex cedeva l’1,1%, lo STOXX Europe 600 perdeva lo 0,7%, l’indice francese CAC 40 perdeva lo 0,6%, il FTSE 100 di Londra lasciava sul terreno l’1,1% e l’indice tedesco DAX 30 faceva segnare -0,6%. A luglio il surplus commerciale della Germania si è ridotto a 18,1 miliardi di euro da 19,2 miliardi nello stesso periodo dell’anno scorso; l’avanzo delle partite correnti del Paese si è ridotto da 20,2 a 17,6 miliardi di euro.

I listini asiatici hanno terminato gli scambi perlopiù in rosso: l’indice giapponese Nikkei 225 ha ceduto lo 0,57%, l’Hang Seng di Hong Kong ha avuto un tonfo del 2,48%, il cinese Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,49%, l’indice australiano S&P/ASX 200 ha perso l’1,9% e l’indiano BSE Sensex ha fatto segnare -0,1%. Nel mese di agosto i prezzi alla produzione in Cina sono cresciuti del 9,5% su base annua e il tasso di inflazione annuale è sceso allo 0,8%.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Keybanc hanno mantenuto sul titolo ICU Medical, Inc. (NASDAQ:ICUI) la raccomandazione Overweight e hanno alzato il target price da 225 a 302 dollari.

Negli scambi pre-market le azioni di ICU Medical erano in calo dello 0,8% a 258 dollari.

Ultime notizie

  • Lululemon Athletica Inc (NASDAQ:LULU) ha riportato risultati positivi per il secondo trimestre e ha pubblicato solide previsioni di fatturato per il trimestre in corso.
  • Mercoledì RH (NYSE:RH) ha riportato risultati del secondo trimestre migliori del previsto.
  • GameStop Corp. (NYSE:GME) ha riportato una perdita del secondo trimestre più ampia del previsto, mentre le vendite hanno superato le stime degli analisti.
  • Mercoledì ABM Industries Incorporated (NYSE:ABM) ha registrato risultati del terzo trimestre migliori del previsto.