Bitcoin, Dogecoin ed Ethereum di nuovo in rosso

Il bagno di sangue della settimana scorsa sembra non essere ancora terminato per le principali criptovalute

Bitcoin, Dogecoin ed Ethereum di nuovo in rosso
2' di lettura

Le principali valute digitali sono state scambiate in negativo nelle ultime ore di domenica e la capitalizzazione di mercato globale delle criptovalute è scesa dello 0,63% a 2,05 trilioni di dollari.

Cosa è successo

Bitcoin (CRYPTO:BTC), la prima valuta digitale al mondo, è calata dello 0,72% a 45,003,36 dollari in 24 ore, registrando tuttavia un aumento dello 12,97% per la settimana.

Ethereum (CRYPTO:ETH) è sceso dello 0,61% a 3.302,52 dollari, perdendo il 15,85% in sette giorni.

Cardano (CRYPTO:ADA), una piattaforma blockchain proof-of-stake che ha introdotto domenica i contratti smart, è retrocesso del 5,99% a 2,43 dollari, totalizzando -15,83% nel corso di una settimana.

Dogecoin (CRYPTO:DOGE) è in calo giornaliero dello 0,36% a 0,24 dollari, subendo una correzione del 22,63% rispetto a lunedì scorso.

Domenica sera Cosmos (CRYPTO:ATOM) è risultata la criptovaluta ad aver realizzato i maggiori guadagni giornalieri, con un balzo del 22,91% a 33,19 dollari; negli ultimi sette giorni, ATOM è salito del 26,34%.

Il token ha guadagnato rispettivamente il 23,54% in più rispetto a BTC e il 22,27% in più su ETH.

Fra le altre coin a realizzare importanti guadagni giornalieri vi sono Tezoz (XTZ), Polkadot (CRYPTO: DOT) e Harmony (CRYPTO:ONE).

Nelle ultime 24 ore, infatti, XTZ è salito del 16,75% a 7,06 dollari, DOT ha avuto un aumento del 15,54% a 36,27 dollari e ONE è cresciuto del 13,97% a 0,204 dollari.

Perché è importante

La Corea del Sud ha fissato il 24 settembre come data limite per registrare gli exchange esteri e locali come piattaforme di trading legali, ma questi ultimi stanno incontrando delle difficoltà per soddisfare le condizioni richieste, ha riferito il Financial Times.

Leggi anche: Bitcoin, negli USA 1 su 4 vuole che diventi valuta legale

Secondo l’articolo, i requisiti normativi potrebbero spazzare via 2,6 miliardi di dollari, senza contare che quasi 40 dei 60 gestori di criptovalute sudcoreani dovrebbero chiudere i battenti.

Nel frattempo, l’analista di criptovalute Willy Woo ha dichiarato domenica che i “pesci piccoli” continuano ad accumulare BTC, seguendo l’esempio delle balene.

Cryptoquant ha notato che le riserve di BTC hanno toccato il minimo storico degli ultimi tre anni. Il proseguire di tale tendenza implicherebbe un aumento dell’offerta di BTC in vendita, l’acquisto di altcoin e il trading con margine.

Domenica, il trader di criptovalute Michaël van de Poppe ha fatto riferimento ad ATOM, limitandosi a twittare “$ATOM”, seguito da un altro breve commento sui mercati delle criptovalute, rimarcandone la natura “rialzista”.