Cresce il settore nautico italiano grazie all’export e ai super yacht

1' di lettura

Al 61esimo Salone Nautico di Genova presentati i dati sul settore navale che si conferma un asset importante per il made in Italy

Cresce sempre più il settore navale e nautico, punta d’eccellenza del made in Italy. Si stima, per l’anno in corso, che il fatturato globale dell’industria italiana della nautica possa aumentare del 23,8 per cento, pari a un valore complessivo compreso fra 5,5 e 6,0 miliardi di euro. Sono i dati sull’andamento dell’anno nautico, conclusosi al 31 agosto 2021, effettuata dall’Ufficio Studi Confindustria Nautica sulla base di un campione significativo di aziende della produzione, presentati oggi durante il 61esimo Salone Nautico di Genova. A illustrare i dettagli della quarta edizione del “Boating Economic Forecast”, Stefano Pagani Isnardi dell’Ufficio Studi Confindustria Nautica, Marco Fortis della Fondazione Edison-Università Cattolica e Carlo Mescieri, presidente ASSILEA.

EXPORT E SUPER YACHT

Una crescita inattesa, ben oltre le aspettative di ripresa post-Covid, trainata soprattutto dall’export della cantieristica che, al 30 giugno 2021, ha raggiunto il massimo valore storico di 2,8 miliardi di euro. Buona la performance 2021 dei portafogli ordini dei cantieri italiani di superyacht, che per molti operatori coprono il prossimo triennio, e dei comparti dell’accessoristica nautica e dei motori marini. Un trend che, se confermato, porterebbe l’industria italiana della nautica a toccare i livelli massimi di fatturato toccati nel biennio 2007-2008…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.