Eni riconquista quota 12 euro che non vedeva da prima della pandemia

1' di lettura

Il titolo del cane a sei zampe sale a Piazza Affari, tornando a livelli che non si vedevano dal 26 febbraio 2020. Il rally del prezzo del petrolio sostiene tutto il settore petrolifero

Il prezzo del petrolio, sui massimi dal 2014, spinge i titoli oil. Eni corre a Piazza Affari, tanto da tornare a toccare i livelli pre Covid: il titolo supera quota 12 euro, con il guadagno dell’1,7%. Valori che non si vedevano dal 26 febbraio 2020, prima dello scoppio della pandemia.


NON RALLENTA LA CORSA DEL PETROLIO

A dare sostegno alle quotazioni delle azioni del cane a sei zampe è il valore del greggio. Il Wti con scadenza novembre raggiunge livelli che non toccava dal 2014, con un barile che viene scambiato sopra gli 81 dollari. A spingere il titolo Eni ci sono anche le indicazioni che arrivano dai vertici della società sulla quotazione delle divisioni retail e rinnovabili, da completare entro il prossimo anno…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.