A Piazza Affari Monte dei Paschi e UniCredit in forte rosso dopo lo stop alla cessione

1' di lettura

Avvio senza brio per i listini del Vecchio Continente. Settore bancario sotto la lente, dopo lo stop alla trattativa tra UniCredit e Tesoro per l’acquisizione di Mps. Sopra la parità Banco Bpm e Bper per potenziali aggregazioni

Le Borse europee aprono la settimana in equilibrio, con gli investitori concentrati sulle trimestrali e sull’inflazione dell’Eurozona di ottobre, con il dato che arriverà venerdì. A Milano il Ftse Mib apre le contrattazioni a +0,19%, il Dax di Francoforte a +0,08%, il Cac 40 di Parigi a +0,16%, a Madrid l’Ibex 35 a +0,28% e il Ftse 100 di Londra a +0,42%. La Borsa di Tokyo archivia la seduta con l’indice Nikkei debole (-0,7%) sui timori di nuovi contagi Covid.


STOP A UNICREDIT-MPS

UniCredit e Monte dei Paschi aprono in rosso dopo lo stop alle trattative per la cessione del gruppo bancario toscano a UniCredit. Le azioni dell’istituto di Piazza Gae Aulenti segnano un -3,5%, mentre Mps non riesce ad aprire, con un ribasso teorico dell’11%. In ribasso anche le quotazioni di Carige (-3%) perché secondo gli operatori un favorevole esito del dossier Mps avrebbe accelerato anche per una soluzione per la banca genovese…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.