Ora CATL ha un “rapporto commerciale” anche con Ford

Il produttore cinese di batterie è già partner di altre due aziende automobilistiche, Tesla e Nio

Ora CATL ha un “rapporto commerciale” anche con Ford
3' di lettura

Martedì Ford Motor Co (NYSE:F) ha dichiarato di aver siglato un accordo di fornitura con CATL, il maggior produttore di batterie della Cina, alcuni mesi dopo aver rivelato un piano multimiliardario per la costruzione di impianti di batterie con il partner sudcoreano SK Innovation.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo

La casa automobilistica di Dearborn (Michigan) ha dichiarato a Benzinga di avere un rapporto commerciale con CATL incentrato sulla tecnologia delle batterie, ma senza svelare ulteriori dettagli.

Ford punta a raggiungere una capacità produttiva globale di 240 gigawatt (GWh) entro il 2030; per raggiungere questo obiettivo, l’azienda lavorerà con diversi fornitori di batterie, i cui stabilimenti sono sparsi in Nord America, Europa e Cina.

Ford lavorerà con più fornitori di batterie, fra cui CATL, BYD Co (OTC:BYDDY), i produttori di batterie sudcoreani SK Innovation e LG Energy Solution e l’azienda giapponese Panasonic, al fine di raggiungere i suoi obiettivi di capacità produttiva delle batterie, secondo cnEVpost, che per primo ha riferito in merito agli sviluppi.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

La cinese BYD ha già fornito a Ford le batterie di alimentazione utilizzate nella Mustang Mach-E, il primo veicolo elettrico della casa automobilistica statunitense che è stato messo in vendita circa un anno fa; Ford utilizza le batterie al litio 811 di BYD invece delle meno ingombranti batterie Blade al litio-ferro-fosfato (LFP).

CATL rifornisce anche Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) e Nio Inc. (NYSE:NIO).

Perché è importante

Le case automobilistiche legacy di tutto il mondo si stanno affrettando per assicurarsi le forniture di batterie mentre fissano obiettivi ambiziosi per il passaggio ai veicoli elettrici.

Ford, ad esempio, investirà 30 miliardi di dollari in iniziative di elettrificazione entro il 2025. A settembre la casa automobilistica ha svelato un piano da 11,4 miliardi di dollari per costruire due nuovi impianti di batterie attraverso una joint venture con il produttore sudcoreano di batterie SK innovation; il progetto dovrebbe portare alla creazione di 11.000 posti di lavoro.

Ad agosto SK Innovation ha dichiarato che scorporerà il suo business delle batterie in una divisione separata e prevede di incrementare la propria capacità di produzione delle batterie a 200 GWh entro il 2025 dai 40 GWh attuali e di arrivare a 500 GWh entro la fine del decennio; inoltre, la società ha affermato di avere un portafoglio ordini di 1.000 GWh per le batterie dei veicoli elettrici, per un valore di circa 100 miliardi di dollari.

Ford prevede che entro il 2030 il 40-50% del suo volume globale di veicoli sarà completamente elettrico.

I concorrenti legacy General Motor Co (NYSE:GM) e Volkswagen Group (OTC:VWAGY) hanno ambizioni e piani analoghi, poiché tutte le aziende del settore cercano di stare al passo con Tesla, attualmente l’azienda leader nel mercato delle auto elettriche.

Non solo le case automobilistiche, ma anche i fornitori stanno aggiungendo capacità per poter aiutare i loro clienti a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Movimento dei prezzi

Martedì le azioni Ford hanno chiuso con un +3,85% a 19,96 dollari.

Foto per gentile concessione di Ford