Caffè e finanza: le notizie in prima pagina oggi

Vi riportiamo le principali notizie economiche e finanziarie in prima pagina oggi, nella selezione curata dalla redazione di Benzinga Italia

Caffè e finanza: le notizie in prima pagina oggi
5' di lettura

Ogni giorno dal lunedì al venerdì vi proponiamo una selezione delle notizie finanziarie dai principali quotidiani finanziari italiani.

Ecco una panoramica oggi, 11 maggio 2022



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Benzinga Italia

Bitcoin, Ethereum, Dogecoin calano dopo report inflazione

  • Le principali monete digitali sul mercato hanno avuto un brusco crollo, con Ethereum in calo di oltre il 10%. Al momento della pubblicazione, la capitalizzazione di mercato globale delle criptovalute era in calo del 10,25% a 1.300 miliardi di dollari.
  • Mercoledì il rendimento dei Treasury decennali è salito di 3,1 punti base al 3,025%; i Treasury a 2 anni, che costituiscono un indicatore sulle prospettive dei tassi della Federal Reserve, hanno raggiunto un massimo triennale del 2,858%, secondo un report di Reuters.
  • Gli asset di rischio hanno perso terreno dopo il report sull’inflazione: mercoledì gli indici S&P 500 e NASDAQ hanno ceduto rispettivamente l’1,65% e il 3,2%.
  • Bitcoin si è portato al di sotto della soglia psicologicamente importante dei 30.000 dollari.
  • “Bitcoin rimane molto vulnerabile a ulteriori pressioni di vendita e potrebbe subire ulteriori vendite tecniche qualora venisse violato il livello dei 28.500 dollari”, ha dichiarato Edward Moya, analista di mercato senior di OANDA, in una nota vista da Benzinga.

Madonna lancia la sua collezione di NFT con Beeple

  • Questi NFT conterranno un avatar 3D di Madonna, senza vestiti, che partorisce in diverse ambientazioni. La collezione si chiama “Madre della Creazione”.
  • La cantante ha detto che lei e Beeple hanno iniziato a collaborare al progetto più di un anno fa.
  • Gli NFT sono stati messi all’asta a partire dalle ore 18:00 ET di mercoledì su SuperRare; il ricavato dell’asta andrà alle associazioni benefiche The Voices of Children Foundation, The City of Joy e Black Mama’s Bail Out.

Il Sole24Ore

Ucraina, ultime notizie

  • Gli Stati Uniti hanno votato un nuovo pacchetto da quasi 40 miliardi di dollari a sostegno dell’Ucraina. Approvati anche quattro provvedimenti contro la Russia e la Bielorussia, nonostante l’opposizione di alcuni repubblicani. Russia esclusa dal G20, da Basilea e dal Financial Stability Board. Anche il Giappone vara un nuovo pacchetto di sanzioni.
  • Mario Draghi, dal discorso per il premio dell’Atlantic Council a Washington: “L’Ucraina ha bisogno di un piano Marshall per la ricostruzione”, e ancora, la guerra in Ucraina: “minaccia la nostra prosperità e la nostra sicurezza energetica. Ma come ha fatto tante volte nella sua grandiosa storia, l’Italia ha ripreso slancio e siamo pronti a fare la nostra parte con gli europei e con gli alleati transatlantici per andare oltre questo momento tragico e ripristinare la pace”.
  • 18 missili hanno colpito la città di Komyshuvakha, nella regione di Zaporizhzhia. Il governatore Staruck ha riportato su Telegram che i missili sarebbero stati lanciati contro aree residenziali della città.

Lagarde diventa falco: Bce pronta al rialzo a luglio

  • Il primo rialzo è stato annunciato ieri dalla presidente della Bce Christine Lagarde in un discorso a Lubiana. Lagarde ha preannunciato che il primo rialzo dei tassi d’interesse della Bce arriverà “solo qualche settimana dopo” la fine degli acquisti netti del programma App (Asset purchase programme), lasciando intendere così l’inizio del primo trimestre, ma lasciando un’apertura anche alle colombe che vorrebbero il primo rialzo a settembre.
  • Aperta anche la questione riguardante l’entità del rialzo, che potrebbe essere di 0,25 a luglio e 0,25 a settembre oppure 0,50 a settembre e nulla in luglio.

Caldaie a idrogeno, filiera per salvare

  • Veneto in prima linea per la transizione energetica, anche per salvare i 7.000 posti di lavoro nell’industria del riscaldamento. Il presidente di Confindustria Vicenza Laura Dalla Vecchia, così commenta il paragone tra la regione e Cupertino: “La Cupertino dell’energia, a tutti gli effetti, lo è già. È l’unica regione in Europa che ha imprese, centri di ricerca e sviluppo, know how, competenze tecniche e università tali da poter aprire una nuova via energetica nel riscaldamento. Siamo unici a livello tecnologico. Per trovare competenze paragonabili bisogna andare in Giappone”.
  • Obiettivo delle oltre 40 imprese presenti nel territorio è quello di abbassare in tempi brevi le emissioni, dando tempo per sviluppare nuovi prodotti senza spalancare le porte alla concorrenza e difendendo, sul territorio, competenze e posti di lavoro.
  • Baxi, che produce 3.000 caldaie al giorno, ha da poco avviato una nuova linea produttiva (che si aggiunge alle 14 già esistenti) di caldaie a idrogeno. Il Gruppo BDR Thermea, al quale Baxi appartiene, ha fissato un obiettivo di riduzione mediamente del 30% (rispetto al 2019) delle emissioni di CO2-e dovute all’uso del prodotto entro il 2030.

MF – Milano Finanza

Il rischio spinge Piazza Affari

  • Mentre il rendimento del Btp decennale è arrivato al 3%, sale anche il tasso risk-free, con gli analisti di Intesa Sanpaolo che lo ha aggiornato al 2,5%. Su anche l’equity risk premium, il premio per il rischio delle azioni, che arriva a quota 7,25%, allineato a quello dell’Eurostoxx 600. Tra i fattori scatenanti l’esplosione del premio di rischio vi è l’inflazione importata, su livelli sostenuti, dipendente largamente dalle strozzature nella catena di approvvigionamento.
  • L’inflazione attuale, all’8,3% megli Stati Uniti e al 7,5% in Europa, richiama direttamente gli anni Ottanta.

Draghi, non vedo una recessione

  • Il Presidente Mario Draghi spiega che l’Italia si porta dietro la crescita acquisita del 2021 e non è a rischio recessione. Il premier: “Gli indicatori sono confusi. Il primo trimestre è andato meglio del previsto. In una prima fase le stime erano migliori, in un secondo momento peggiori, alla fine ci siamo attestati su una via di mezzo”. E ancora: “è una situazione di grande incertezza ma non possiamo dire che andrà al peggio in tutta l’economia. E’ chiaro che mercati nervosi aumentano l’incertezza e danneggiano”.
  • La consapevolezza è ora sul fatto che la partita si gioca attorno alla necessità di aumentare i tassi per contenere l’inflazione, ma non aumentarli troppo per non gettare i paesi in una fase di recessione. Prosegue Draghi: “Ho visto le dichiarazioni di Lagardi e lei è pienamente consapevole.
  • Da ultimo, il premier ha rassicurato di lavorare con il presidente Biden perché in Usa cali il prezzo del petrolio e in Europa quello del gas, mentre il governo continuerà ad intervenire a supporto dei giovani e dei più poveri.