Caffè e finanza: le notizie in prima pagina oggi

Vi riportiamo le principali notizie economiche e finanziarie in prima pagina oggi, nella selezione curata dalla redazione di Benzinga Italia

Caffè e finanza: le notizie in prima pagina oggi
7' di lettura

Ogni giorno dal lunedì al venerdì vi proponiamo una selezione delle notizie finanziarie dai principali quotidiani finanziari italiani.

Ecco una panoramica oggi, 16 maggio 2022



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Benzinga Italia

Vitalik Buterin reagisce al crollo di Terra (LUNA)

  • Attraverso un tweet pubblicato sabato, l’educatore di Ethereum Anthony Sassano ha suggerito che il settore delle criptovalute dovrebbe “smettere di sperimentare” con Ponzi, stablecoin algoritmiche, yield farming e altre “sciocchezze insostenibili”, concentrandosi invece sulle applicazioni della blockchain in altre aree come l’identità decentralizzata e il finanziamento dei beni pubblici.
  • Il post di Sassano ha ottenuto il sostegno di Buterin, che ha detto di essere d’accordo “alla grande su questo”.
  • Secondo Buterin, il termine “algostable” viene usato come termine propagandistico che mette le stablecoin non collateralizzate nello stesso gruppo di quelle collateralizzate come DAI (CRYPTO:DAI).
  • “Dobbiamo davvero sottolineare il fatto che le due sono molto diverse”, ha detto Buterin; Buterin aveva espresso in modo esplicito i suoi timori riguardo alle stablecoin non collateralizzate alcune settimane prima che si realizzasse lo scenario di UST.

Presto si potrà comprare un iPhone in criptovalute

  • La TV satellitare e servizio di rete wireless DISH Network Corporation (NASDAQ:DISH), in occasione dell’incontro con gli analisti tenutosi martedì a Las Vegas, avrebbe sollevato la possibilità di acquistare i più recenti gadget elettronici con asset di criptovaluta o di finanza decentralizzata (DeFi).
  • Stephen Stokols, CEO di Boost Mobile (consociata di Dish), ha approfondito i dettagli del nuovo piano wireless postpagato dell’azienda, denominato Boost Infinite, che dovrebbe essere lanciato questo autunno.

Il mercato degli NFT è vivo o morto? Dipende a chi chiedi

  • “È questo l’inizio della fine per gli NFT?”, si è chiesto il Wall Street Journal. Il quotidiano ha indicato che le vendite di NFT sono scese a un numero inferiore rispetto alla loro media giornaliera; ad aprile le vendite medie giornaliere di NFT sono state circa 19.000, in calo del 92% rispetto a un massimo di oltre 225.000 a settembre 2021.
  • Il report si basa sul numero di NFT venduti e non sul volume delle vendite in dollari, un dato che potrebbe essere fuorviante; molti dei maggiori lanci di sempre di NFT infatti si sono verificati negli ultimi due mesi, e il volume delle vendite rimane relativamente sano.
  • Un report di Decrypt evidenzia infatti che ad aprile il volume delle vendite è aumentato del 45% su base mensile a 3,8 miliardi di dollari; le vendite mensili sono state guidate da Moonbirds e dalla crescita di NFT basati su Solana (CRYPTO:SOL) come Okay Bears.
  • Il volume delle vendite di aprile è aumentato rispetto ai 2,6 miliardi di dollari totali di marzo e ha quasi superato i 3,81 miliardi totali registrati a febbraio.
  • Nel frattempo, il volume delle vendite sul principale marketplace mondiale di NFT, OpenSea, ad aprile è aumentato del 40% su base mensile, secondo il report.
  • Sebbene il report del Journal sostenga che gli NFT sono morti, alcuni potrebbero affermare l’esatto contrario sulla base dei dati di aprile.

Il Sole24Ore

Ucraina, le ultime notizie

  • La Finlandia ha chiesto ufficialmente l’ingresso nella Nato, e il 17 maggio si attende la Svezia. La premier finlandese Sanna Marin commenta così la decisione del paese: “La minaccia nucleare è molto seria” e Helsinki non può “più credere che ci sarà un futuro di pace accanto alla Russia restando da soli”. Nel frattempo la Nato prepara l’esercitazione Hedgehog; con 15.000 soldati e dieci pesi, tra cui Finlandia e Svezia, si tratta di una delle esercitazioni più grandi nella storia dei Paesi baltici.
  • Sull’acciaieria Azovstal sarebbero state utilizzate bombe inciendiarie o al fosforo, secondo quanto riferito dal consigliere del sindaco Andryushchenko. Gli occupanti affermano che sono stati usati protiettili incendiari 9M22C con strati di termite. Nel frattempo l’offensiva russa starebbe perdendo slancio, secondo il ministero della Difesa britannico.
  • Le attività di Renault in Russia sono diventate di proprietà dello Stato russo, così comunica il ministero dell’Industria e del commercio di Mosca in un comunicato.

Aiuti, spazi dei governi limitati con le banche centrali in ritirata

  • Dai tempi del crollo di Lehman Brothers nel 2007, per la prima volta le Banche, BCE inclusa, si preparano ad un cambio di rotta riducendo l’offerta di moneta sul mercato, in gergo “quantitative tightening”.
  • Alzare i tassi e ridurre la quantità di denaro in circolazione diventano così gli strumenti per dare un freno all’economia all’indebitamento e ai consumi, con la Fed che si prepara a ridurre il suo bilancio a un ritmo di 95 miliardi di dollari al mese, probabilmente seguita da Bank of England e Bank of Australia. Anche la Bce, seppur con ritardo e maggior cautela, si muove in quella direzione.
  • A giugno si prevede che la Bce smetta di comprare titoli e stampare moneta, mentre per luglio di prevede il rialzo dei tassi. Ai Governi, in una fase delicata per l’economia, si richiede di sostenere l’economia evitando ulteriori rincari di prezzo, tuttavia nel vincolo di spazi di manovra limitati.

Bonus da 200 euro anti inflazione, datori e Inps in campo entro luglio

  • Di fronte a un tasso di inflazione che segna ormai quota +6,2% su base annua, arrivano i provvedimenti del Governo in aiuto ai cittadini messi in ginocchio dalla corsa dei prezzi, che per ora ha interessato soprattutto il settore energetico.
  • Gli aiuti si rivolgono potenzialmente a 32,5 milioni di fruitori. Parametrati al reddito nel caso di pensionati e dipendenti, arrivano invece dietro presentazione di relativa istanza per autonomi, collaboratori e colf, mentre saranno erogati dall’Inps nel caso di cittadini disoccupati.
  • Possono usufruire del bonus i dipendenti che abbiano reddito imponibile non superiore a 34.996 annui (o 2,692 euro imponibili mensili). Per gli autonoi invece, i requisiti di accesso saranno stabiliti da un decreto del ministro del lavoro.
  • Il bonus è una tantum, e dovrà essere versato entro luglio. Restano anche le accise scontate, sempre fino a luglio, e gli aiuti per pagare le bollette, fino a giugno.

Incentivi auto al test di convenienza

  • Dopo due mesi di attesa, si attende per oggi il Dpcm che sblocca gli incentivi e consente i primi contratti con il bonus, anche se la piattaforma telematica sarà disponibile a partire dal 25 maggio.
  • Le riduzioni di prezzo previste (che arrivano a 3.000 euro più 2.000 in caso di rottamazione) scontano però i pesanti rincari, i lunghi tempi di consegna e i cambiamenti previsti nel piano di transizione ecologica. I tagli nelle emissioni previsti per i prossimi anni, infatti, spingono verso l’elettrificazione, rendendo sempre meno convenienti le auto a benzina e diesel.
  • Resta anche da vedere se il passaggio all’elettrico significa davvero riduzione della CO2, visti i processi energivori necessari per la produzione delle batterie delle auto elettriche.

MF – Milano Finanza

Ecco come crescono i super stipendi dei ceo del pharma

  • Da un’analisi di Berengerg risulta che mediamente il 63% della remunerazione dei ceo del settore farmaceutico è influenzata da misuratori di performance a lungo termine (vale in particolare per Roche), il 72% è pagata in azioni e il 46% è legata al rendimento degli azionisti (in particolare per Pfizer ed Eli Lilly).
  • La svizzera Roche è l’unica a corrispondere al suo ceo sia un bonus annuale che un incentivo azionario di lungo termine, dove il bonus però prevede un periodo di lock-up di 10 anni.
  • Le azioni Novo Nordisk risultano quelle che hanno restituito la miglior performance dal 2019, nonostante il compenso del ceo sia il più basso tra quelli analizzati.
  • Entrano anche le metriche ESG nella scorecard di remunerazione; c’è ancora incertezza per Pfizer attorno ai criteri di ponderazione, mentre Novo Nordisk ha già target ben definiti che coprono una buona gamma di fattori. Indietro invece Eli Lilly e Merck & Co., che non prevedono ancora i criteri ESG.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee ditrading seguendo Benzinga Italia su Twitter.