Criptovalute contrastate: Bitcoin ed Ethereum in calo, Dogecoin sale

Secondo l’analista di OANDA Edward Moya, non si intravedono nuovi acquirenti forti di criptovalute in vista della nuova settimana di trading. Di seguito, gli ultimi aggiornamenti

Criptovalute contrastate: Bitcoin ed Ethereum in calo, Dogecoin sale
3' di lettura

Domenica notte Bitcoin ed Ethereum hanno perso terreno, mentre Dogecoin ha registrato un forte rialzo; al momento della pubblicazione, la capitalizzazione di mercato globale delle criptovalute era in calo dell’1,49% a 952,237 miliardi di dollari.

Andamento dei prezzi delle principali monete
Moneta 24 ore 7 giorni Prezzo
Bitcoin (CRYPTO:BTC) -1,25% +5,52% 21.214 dollari
Ethereum (CRYPTO:ETH) -2,24% +13,29% 1.216,89 dollari
       
Monete in maggior rialzo nelle ultime 24 ore (dati di CoinMarketCap)
Criptovaluta Variazione % nelle ultime 24 ore (+/-) Prezzo
Dogecoin (DOGE) +12,79% 0,07744 dollari
ApeCoin (APE) -5,96% 4,8136 dollari
Ethereum Classic (ETC) +3,99% ​17,21 dollari

Perché è importante

Bitcoin ed Ethereum sono scivolati in rosso; al momento della pubblicazione, i futures sugli indici S&P 500 e Nasdaq erano entrambi in ribasso dello 0,5%.
Le due principali criptovalute al mondo hanno registrato volumi ridotti a causa del fine settimana; al contrario, Dogecoin ha avuto un’impennata, con i volumi di scambio giornalieri che sono saliti del 113,1% a 908,65 milioni di dollari, secondo i dati di CoinMarketCap.  



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Al momento della pubblicazione, i dati del sito web di monitoraggio dei prezzi indicavano che la meme coin era la criptovaluta dalle migliori performance intraday.

Il rimbalzo di DOGE è giunto dopo che la moneta ha rotto al rialzo un pattern a doppia barra interna, proseguendo un solido trend rialzista su cui si è mosso da quando era rimbalzato sull’importante supporto a quota 0,05 dollari il 18 giugno, secondo Melanie Schaffer di Benzinga.

“Bitcoin non è ancora all’altezza dei guadagni registrati con le azioni poiché il sentiment rimane depresso; la pressione di vendita potrebbe allentarsi, ma gli acquirenti forti non stanno ancora emergendo”, ha dichiarato Edward Moya, analista di mercato senior di OANDA, in una nota recente vista da Benzinga.

Al momento della pubblicazione, il ‘Crypto Fear & Greed Index’ di Alternative.me mostrava ‘Extreme Fear’ (paura estrema); il sentiment degli investitori rimane invariato rispetto alla scorsa settimana.  

Negli ultimi sette giorni il valore alla base dell’indice è passato da 9 a 12; un valore pari a 0 indica ‘paura estrema’, mentre un valore di 100 rappresenta ‘avidità estrema’.

Durante il fine settimana le criptovalute hanno mostrato una certa resilienza. Il crypto trader Michaël van de Poppe ha notato il movimento e ha twittato: “Stanno avvenendo fakeout standard del fine settimana e probabilmente finiranno sulla chiusura al CME a 21.100 dollari per [Bitcoin]”.  

L’analista ha affermato che a questo punto non c’è ancora un chiaro breakout al di sopra dei 21.600 dollari per la principale criptovaluta al mondo. 

Justin Bennett ha affermato che il mercato delle criptovalute sta rompendo il supporto o sembra pronto a farlo; commentando il rialzo, il trader ha spiegato che il mercato ha avuto un “piccolo fakeout” al di sopra dei 940 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato.  

“Dubito che ciò possa durare ancora a lungo”, ha dichiarato il trader di criptovalute in un recente tweet. 

Ethereum sta assistendo alla presa di profitto dopo un rimbalzo di medie dimensioni, ha affermato Santiment; la piattaforma di market intelligence ha twittato che l’attività delle balene sulla seconda maggior criptovaluta al mondo è bassa e non rappresenta la fonte del rialzo.

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azionibreakoutcriptovalute e opzioni.