Hang Seng: pesano i nuovi lockdown. Giù Alibaba e Nio

Shanghai registra il primo caso di una nuova sottovariante di Omicron, Macao chiude le attività per una settimana. Ecco gli ultimi aggiornamenti sulle aziende cinesi quotate negli USA alla Borsa di Hong Kong

Hang Seng: pesano i nuovi lockdown. Giù Alibaba e Nio
2' di lettura

Lunedì le azioni delle più importanti società cinesi quotate negli Stati Uniti sono in ribasso a Hong Kong, con i principali titoli tecnologici come Alibaba Group Holdings (NYSE:BABA), Tencent Holdings (OTC:TCEHY), Baidu Inc (NASDAQ:BIDU) e JD.com Inc (NASDAQ:JD) che perdono tra il 2,5% e il 5%.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Nel segmento dei titoli di auto elettriche, Xpeng Inc (NYSE:XPEV), Li Auto Inc (NASDAQ:LI) e Nio Inc (NYSE:NIO) cedevano tra il 3% e il 4% durante le prime ore di contrattazione.

Come stanno andando Nio, Xpeng e Li Auto a Hong Kong oggi
Titoli Movimento (+/-)
Alibaba -4,96%
Tencent -2,61%
Baidu -2,93%
JD.com -3,91%
Nio -3,18%
Li Auto -3,37%
Xpeng -4,56%

Venerdì le azioni di queste società cinesi hanno chiuso contrastate sulle borse statunitensi.

Riepilogo dei mercati globali

Al momento della pubblicazione, l’indice di riferimento Hang Seng era in calo del 2,52%, in scia ai segnali provenienti dagli altri mercati asiatici.

Altrove, l’indice SSE Composite di Shanghai era in rosso dell’1,30%, l’indice australiano ASX 200 cedeva lo 0,55%, mentre il giapponese Nikkei 225 era in rialzo di quasi un punto percentuale.

I fattori macroeconomici 

Domenica i funzionari sanitari di Shanghai hanno affermato che la città ha riportato il primo caso di una nuova sottovariante di Omicron, innescando nuovi round di test di massa e lockdown mirati.

Nel frattempo, a partire da oggi tutte le attività commerciali e industriali a Macao saranno chiuse per almeno una settimana, mentre le autorità della regione amministrativa speciale cinese cercano di frenare l’ondata di infezioni da COVID-19 nel maggior polo di giochi d’azzardo al mondo, ha riferito Reuters.

Secondo il South China Morning Post, Sean Darby, global equity strategist di Jefferies, in una nota pubblicata lunedì ha dichiarato: “La Cina è ancora molto lontana da una vera ripresa”.

“A differenza del resto del mondo, il consumatore cinese non si sta ribellando all’elevato costo della vita, ma all’inconveniente delle restrizioni sociali e dei test quando scoppiano le infezioni da Covid”.

Le aziende in prima pagina

Domenica l’Amministrazione statale cinese per la regolamentazione del mercato (SAMR) ha imposto multe ai colossi tecnologici Alibaba e Tencent insieme ad altre aziende per non aver rispettato le norme antitrust sulla divulgazione delle transazioni; l’autorità cinese di regolamentazione del mercato ha pubblicato un elenco di 28 accordi che hanno violato le regole.

Durante il suo secondo evento annuale Power Day, il produttore cinese di auto elettriche Nio ha fornito un’anticipazione dei suoi futuri piani di sviluppo per la tecnologia di ricarica delle batterie. La società ha presentato le pile di ricarica ultraveloce da 500 kW per competere con aziende straniere come Tesla Inc (NASDAQ:TSLA), ha riferito Electrek.

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azionibreakoutcriptovalute e opzioni.