Mark Mobius si esprime su mercati emergenti, metaverso e cripto

Il fondatore di Mobius Capital Partners ha offerto alcuni spunti per gli investitori sulle opportunità di mercato più recenti

Mark Mobius si esprime su mercati emergenti, metaverso e cripto
2' di lettura

Mark Mobius, esperto di mercati emergenti e fondatore di Mobius Capital Partners, non è stuzzicato dal metaverso, ma pensa che le aziende che lo stanno creando potrebbero rappresentare un’opportunità interessante. Mobius è anche intervenuto su altri argomenti come le criptovalute e la recessione.

Cosa è successo

Nel corso di un’intervista con omny.fm, Mobius ha affermato che i servizi offerti dalle società legate al metaverso potrebbero essere piuttosto appetibili.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Tra le aziende di spicco legate a questo settore, vi sono la società madre di Facebook Meta Platforms Inc (NASDAQ:META), il produttore di chip NVIDIA Corp. (NASDAQ:NVDA), Unity Software (NYSE:U) e Roblox Corp. (NYSE:RBLX).

Il veterano degli investimenti ha affermato che terrà d’occhio l’Ucraina, ciò che accade nei mercati generali degli Stati Uniti e i tassi di interesse, ma soprattutto le prospettive di crescita delle società nei mercati emergenti che non sono state colpite dalla recessione.

Sulle criptovalute

Mobius ha affermato che le criptovalute guidano il mercato perché ci sono milioni di persone che vi hanno investito a vario titolo. “Dico sempre alle persone che non mi piace parlare di criptovalute in pubblico. È una questione di fede”.

Le due maggiori criptovalute per capitalizzazione di mercato attualmente sono Bitcoin (CRYPTO:BTC) ed Ethereum (CRYPTO:ETH).

Sulla recessione

Mobius, soprannominato “l’Indiana Jones degli investimenti nei mercati emergenti”, ha affermato che il livello di fiducia dei consumatori non è granché, ma la spesa al consumo è elevata negli Stati Uniti.

“In questo tipo di scenario, non appena la disoccupazione aumenterà — cosa che non è ancora accaduta — allora ci sarà una recessione”.

Secondo l’investitore, i Paesi emergenti fortemente dipendenti dalle esportazioni avranno problemi, ad eccezione delle società che operano nel settore tech.

Sulle prospettive dell’India

Mobius ha detto che il bello della situazione indiana è che ci sono circa un miliardo di persone, con un mercato interno molto solido che si rafforza ogni giorno.

In India l’attenzione di Mobius è rivolta al software e ad alcuni tipi di hardware, mentre investe molto in aziende che supportano la produzione di chip. “Stiamo esaminando l’area dei test sanitari. Stiamo anche valutando il settore edilizio”, ha aggiunto.

Sullo Sri Lanka

Mobius ha affermato che lo Sri Lanka avrà bisogno di altre riforme politiche per mezzo delle quali i leader riformisti inizieranno a cambiare il modo di fare business: “Ci vorrà del tempo, ma credo che entro un anno o due lo Sri Lanka si rimetterà in piedi”.

Ecco i consigli di Mobius per investire nei mercati emergenti:

  1. Acquista titoli azionari dei mercati emergenti
  2. Acquista aziende che non hanno debito o ne hanno pochissimo. Nello scenario attuale il debito sarà un grosso fardello
  3. Acquista aziende che hanno ottimi dirigenti

Foto per gentile concessione di Mobius Capital Partner