Pechino vende titoli di Stato Usa

Pechino vende titoli di Stato Usa
1' di lettura

La Cina continua la dismissione dei titoli di Stato americani, dismesso il 10 % del portafoglio. Le Borse Europee proseguono sulla scia positiva

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

La Cina ha tagliato le partecipazioni in titoli del tesoro statunitense per il settimo mese consecutivo a giugno. La scorta cinese di debito pubblico statunitense è scesa a 96,8 miliardi di dollari a giugno, il livello più basso da maggio 2010, allora deteneva 843,7 miliardi di dollari. Si tratta di una diminuzione dell’esposizione non da poco. La riallocazione vuole consentire alla Cina un maggiore margine di manovra nella copertura dei rischi a causa delle crescenti tensioni tra le due principali economie mondiali. A pesare su queste decisioni ha contribuito l’atteggiamento degli USA verso Taiwan, l’isola autogovernata che La Cina considera parte del suo territorio. Dopo la visita di Nancy Pelosi, speaker della Camera dei rappresentanti statunitense, la Cina ha annunciato che avrebbe interrotto il dialogo con gli stati Uniti in una serie di aree.

LE BORSE EUROPEE

Borse europee in rialzo in avvio di seduta in scia a Wall Street e alle borse asiatiche. Tutte sollevate dai dati sull’andamento della fiducia dei consumatori americani arrivati da due delle più grosse catene di distribuzione come Wal-Mart e Home Depot. Ftse Mib apre a+ 110,17 (+ 0,48%), il Dax di Francoforte segna +14,66 (+0,11%), a Parigi il Cac 40 apre a+ 10,77 (0,16%), l’Ibex 35 di Madrid segna +19,47 (0,23%), il Ftse 100 di Londra apre a +18,88 (+0,25%). l’indice Nikkey di Tokyo supera 29.000 punti per la prima volta in più di sette mesi…

Continua la lettura



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.