4 titoli di metalli preziosi per proteggersi dall’inflazione

Il perdurare (e il possibile inasprirsi) del contesto inflattivo impone la necessità di diversificare il portafoglio per proteggersi. Ecco 4 compagnie minerarie su cui poter puntare

4 titoli di metalli preziosi per proteggersi dall’inflazione
4' di lettura

Anche se l’Inflation Reduction Act 2022 è entrato in vigore, saranno i mercati a determinare se la nuova legge sarà efficace o meno. Se i mercati del petrolio e del gas naturale diventeranno ancora più volatili di quanto già non siano, a causa dello scontro tra Russia ed Europa, bisognerà preoccuparsi per la prospettiva di prezzi più alti.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Questo è probabilmente l’esempio più ovvio che porta a considerare la necessità di proteggersi dall’inflazione nell’ambito di un piano di investimento diversificato. Le criptovalute non stanno offrendo un buon hedge contro l’inflazione come ipotizzato una volta da alcuni. Rivolgersi al settore dei metalli preziosi è una scelta che potrebbe tornare di moda nelle giuste circostanze.

In questo caso, ecco quattro compagnie minerarie di oro e argento quotate in borsa che potrebbe valere la pena prendere in considerazione, soprattutto considerando quanto terreno hanno perso – insieme al prezzo dell’oro e dell’argento – dal mese di aprile.

Newmont Corp.

Newmont (NYSE:NEM) è il più grande tra i titoli che contano nel settore dei metalli preziosi. Quando gli investitori istituzionali decideranno di acquistare altre azioni di compagnie minerarie di oro e argento, questo nome sarà probabilmente il primo sulla loro lista, dato che possiedono già circa l’85% del flottante di NEM. Con un volume medio giornaliero di 8,74 milioni di azioni, il titolo offre il tipo di liquidità che piace alle grandi società di investimento.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Newmont è un’azienda di respiro globale: ha attività e progetti in Nord America, Sud America, Africa e Australia. L’utile per azione (EPS) di quest’anno è del -58,1%. Il tasso di crescita dell’EPS negli ultimi cinque anni è del 39,3%. Il patrimonio netto è maggiore del debito a lungo termine, con un rapporto attuale di 2,8 volte. Newmont scambia a sole 1,53 volte il suo valore contabile. Il dividend yield di NEM è del 5,01%. 

Il suo indice di forza relativa (RSI) è in territorio di “ipervenduto”, come mostra il grafico seguente:

Buenaventura Mining Co. Inc.

Buenaventura Mining (NYSE:BVN) è una compagnia peruviana di estrazione di metalli preziosi. Il nome ufficiale è Compañía de Minas Buenaventura. Attualmente la società scambia a un rapporto prezzo/utili di 7,26 e a circa la metà del suo valore contabile. Buenaventura esiste da 68 anni e nel 1996 è diventata la prima compagnia mineraria latinoamericana ad essere quotata alla Borsa di New York. 

Gli utili di quest’anno sono aumentati del 187% e il tasso di crescita quinquennale degli utili è del 19,2%. Il patrimonio netto è ampiamente superiore al debito a lungo termine. Il volume di scambio medio giornaliero è di 1,6 milioni di azioni. Buenaventura offre un dividend yield dell’1,11%.

Barrick Gold Corp.

Barrick Gold (NYSE:GOLD), azienda con sede a Toronto, ha attività e progetti in Canada, Nord America, Sud America e Africa. Si tratta di un altro nome prediletto dai grandi investitori istituzionali tra le società del settore minerario, con un volume medio giornaliero di 21,49 milioni di azioni scambiate. Il rapporto prezzo/valore contabile di Barrick Gold è leggermente superiore a 1 e il rapporto prezzo/utili è di 14,14. Gli utili di quest’anno sono in calo del 13%. Il tasso di crescita degli utili negli ultimi cinque anni è del 15,1%. Il patrimonio netto di Barrick Gold è 4 volte il suo debito a lungo termine. Il titolo offre un dividend yield del 4,58%.

SSR Mining Inc.

SSR Mining (NASDAQ:SSRM), compagnia con sede a Denver, ha attività negli Stati Uniti, in Canada, Messico, Sud America e Turchia. Gli utili di quest’anno sono aumentati del 74,2%. Il tasso di crescita degli utili per azione negli ultimi cinque anni è del 21%. Il patrimonio netto dell’azienda supera ampiamente il debito a lungo termine. Con un rapporto prezzo/utili di 8,07 e un rapporto prezzo/valore contabile di 0,79, SSR Mining può essere considerato un titolo value. Il suo dividend yield è dell’1,92%.

Qualsiasi investitore che possieda questi titoli dovrebbe tenere d’occhio l’indice mensile dei prezzi al consumo e i prezzi alla produzione negli Stati Uniti, poiché il settore dei metalli preziosi reagisce a questi dati.

Questo articolo non contiene consigli di investimento. I contenuti sono solo a scopo didattico.

Immagine di Cloudy Design su Shutterstock

Grafici di StockCharts

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azionibreakoutcriptovalute e opzioni.