Genesis interrompe i prelievi. Dobbiamo preoccuparci?

I dettagli sulla sospensione dei riscatti e dei nuovi prestiti da parte del crypto lender Genesis.

Genesis interrompe i prelievi. Dobbiamo preoccuparci?
3' di lettura

Pochi giorni dopo il crollo dell’exchange di criptovalute FTX, la divisione prestiti della banca d’investimento di criptovalute Genesis Global Trading ha temporaneamente interrotto l’accettazione di rimborsi e l’avvio di nuovi prestiti.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Il CEO ad interim Derar Islim ha confermato la decisione ai clienti in una telefonata di mercoledì.

Secondo il sito web della società, la divisione nota come Genesis Global Capital si rivolge a clienti istituzionali. Aveva 2,8 miliardi di dollari di prestiti attivi alla fine del terzo trimestre del 2022.

Leggi anche: Il CEO di Binance dice di no all’acquisizione di FTX



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Secondo Islim, Genesis Trading, che funge da broker-dealer di Genesis Global Capital, è finanziato e gestito in modo indipendente da quel ramo di prestito.

I servizi di custodia e trading di Genesis sono ancora perfettamente funzionanti, ha aggiunto.

Islim ha informato i clienti che Genesis stava esaminando le opzioni per l’unità di prestito, inclusa l’individuazione di una nuova fonte di finanziamento.

Ha aggiunto che Genesis spiegherà la sua strategia ai clienti la settimana prossima.

“Oggi Genesis Global Capital, l’attività di prestito di Genesis, ha preso la difficile decisione di sospendere temporaneamente i rimborsi e la creazione di nuovi prestiti. Questa decisione è stata presa in risposta all’estrema dislocazione del mercato e alla perdita di fiducia del settore causata dall’implosione di FTX”, ha affermato Amanda Cowie, vicepresidente delle comunicazioni e del marketing di DCG.

Cowie ha aggiunto che la decisione di interrompere i prelievi è limitata solo all’attività di prestito della società e non influisce sulle operazioni commerciali di Digital Currency Group.

Islam ha inoltre affermato che in seguito al crollo dell’exchange di criptovalute FTX, le richieste di prelievo da parte dei clienti hanno superato di gran lunga la liquidità disponibile con Genesis.

Genesis ha rivelato la scorsa settimana che i 175 milioni di dollari in fondi bloccati nel suo conto di trading FTX appartenevano all’unità di derivati.

Per rafforzare il bilancio, DCG ha deciso di iniettare 140 milioni di dollari in nuove azioni.

Nel frattempo, l’exchange di criptovalute Gemini ha affermato che il suo programma Earn “non sarà in grado di soddisfare i rimborsi dei clienti entro l’accordo sul livello di servizio di cinque giorni lavorativi” poiché il partner di prestito ha sospeso i prelievi.

“Stiamo lavorando con il team Genesis per aiutare i clienti a riscattare i loro fondi dal programma Earn il più rapidamente possibile”, ha dichiarato Gemini in una nota.

“Siamo delusi dal fatto che il programma Earn [contratto di servizio] non sarà rispettato, ma siamo incoraggiati dall’impegno di Genesis e della sua società madre Digital Currency Group a fare tutto ciò che è in loro potere per adempiere ai propri obblighi nei confronti dei clienti nell’ambito del programma Earn”, ha aggiunto.

All’inizio di quest’anno, Genesis ha subito perdite significative a causa della scomparsa dell’hedge fund Three Arrows Capital (3AC).

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azioni, breakout, criptovalute e opzioni