6 cose da sapere prima di vendere le tue criptovalute

Obiettivi, tassazione, piattaforme, metodi di trasferimento: ecco tutti i consigli utili per non commettere errori nel caso in cui tu voglia vendere le tue cripto

6 cose da sapere prima di vendere le tue criptovalute
4' di lettura

Vendere criptovalute può essere più facile che comprarle. Tuttavia, esistono alcune cose da sapere prima di premere il pulsante di vendita.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

1) Stabilire un obiettivo

Stabilire un obiettivo è fondamentale. Questo dovrebbe essere il primo passo per ottenere ciò che desideri, ma è fondamentale anche per mantenere alta la motivazione.

Se non vengono fissati degli obiettivi, non si riesce a sapere se ciò che si sta facendo sta funzionando o meno. Stabilire aspettative realistiche ti aiuterà a mantenere alto il morale quando il tuo investimento in cripto non sembra funzionare e ti permetterà di goderti sia il percorso che i risultati.

2) Conoscere la tassazione

Devi sapere quante tasse pagare in relazione alle leggi fiscali del tuo Paese. Le leggi fiscali variano da una nazione all’altra: conviene fare delle ricerche in merito prima di vendere le tue criptovalute. Le tasse sono un onere per i tuoi profitti, indipendentemente dal fatto che valga la pena vendere o meno.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Se vivi negli Stati Uniti, ci sono tre modi per pagare le tasse: l’imposta sulle plusvalenze, l’imposta sul lavoro autonomo (per coloro che guadagnano con il freelance) e l’imposta sul reddito (qualsiasi altro tipo di guadagno). Inoltre, in base alla durata della tua attività di trading di cripto-asset e del tipo di valuta scambiata — che si tratti di azioni o valute convenzionali — potresti anche essere soggetto a imposte sulle plusvalenze e a quelle sul lavoro autonomo se tale attività costituisce la tua principale fonte di reddito.

La soluzione migliore è quella di consultare un commercialista specializzato nella tassazione delle criptovalute, in modo che possa guidarti attraverso tutti i passaggi necessari richiesti dalla legge quando vendi cripto-asset come Bitcoin o Ethereum.

3) Scegliere il momento giusto

Il momento giusto per vendere i tuoi asset digitali dipende da diversi fattori, tra cui i mercati delle criptovalute e le loro condizioni, la volatilità e le notizie.

Supponiamo che nel 2019 tu abbia acquistato Bitcoin per un valore di 1.000 dollari al prezzo di 8.000 dollari/BTC perché pensavi che avrebbero raggiunto i 10.000 dollari entro la fine dell’anno. La tua supposizione sarebbe stata errata: a febbraio 2020 BTC è infatti sceso fino a 5.500 dollari e non si è ripreso fino a maggio dello stesso anno. Avresti dovuto vendere prima e rinunciare ad alcuni guadagni oppure aspettare più a lungo e recuperare le perdite. In entrambi i casi, se ti aggrappi troppo a lungo alla convinzione che le cose cambieranno, o se non ti rendi conto di quando diminuirà il valore delle criptovalute, ciò potrebbe rivelarsi costoso per il tuo portafoglio sul lungo periodo!

4) Sapere dove vendere

Una delle cose più importanti che devi fare prima di vendere le tue criptovalute è scegliere dove, quando e quanto.

  • Scegli una piattaforma: esistono diverse piattaforme online che possono aiutarti a trovare il mercato giusto, in modo da rendere facile il processo di vendita delle tue criptovalute.
  • Il tempo conta: anche il momento in cui vendi gioca un ruolo significativo nel determinarne il prezzo. Ad esempio, se vendi dopo una forte corsa rialzista, è probabile che il prezzo di vendita sia più alto di quello di acquisto, ma se c’è un movimento ribassista i prezzi delle criptovalute potrebbero scendere anche più di prima, dunque prendi sempre in considerazione questi fattori quando decidi di vendere. Il trading di criptovalute comporta un proprio rischio che richiede un’attenta analisi basata su molte variabili: tra queste, vi sono le tendenze attuali del mercato (rialzista o ribassista), i livelli di volatilità, ecc. Controlla tutti questi dati prima di prendere una decisione.

5) Utilizzare metodi di trasferimento sicuri

Quando si prelevano fondi da un exchange di criptovalute, utilizza metodi di trasferimento e di conferma sicuri. Se non ricevi la somma prelevata, contatta l’assistenza. I limiti di prelievo variano da piattaforma a piattaforma e dipendono dal tuo metodo di pagamento, motivo per cui devi scegliere il metodo più vantaggioso per te. Ad esempio, se si dispone di un conto bancario e si desidera effettuare un versamento tramite bonifico bancario o assegno di persona presso una filiale locale, è necessario richiedere la conferma del prelievo direttamente dalla propria banca prima di utilizzare questa opzione su un determinato exchange.

6) Conservare i propri guadagni in un luogo sicuro

Conserva i tuoi investimenti nel posto più sicuro possibile. Se hai realizzato un buon profitto, sarebbe saggio custodire i tuoi asset in un crypto wallet, da cui non possono essere rubati. Inoltre, tra i vantaggi derivanti dal conservare le tue cripto in un luogo sicuro, vi sono i seguenti:

  • I tuoi guadagni non possono andare persi.
  • I tuoi guadagni non possono essere intaccati.

Se terrai a mente tutti questi punti, non avrai problemi nella vendita delle tue criptovalute.

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azioni, breakout, criptovalute e opzioni.