La BCE taglia i tassi, quali vantaggi per chi ha un mutuo?

La recente decisione della BCE di ridurre i tassi di interesse potrebbe significare risparmi sostanziali per i mutuatari.

2' di lettura

La Banca centrale europea (BCE) ha annunciato un taglio dei tassi di interesse di 25 punti base, segnando il primo taglio dal 2019.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo

Il consiglio direttivo della BCE ha deciso di ridurre i tre tassi di interesse di riferimento. I tassi sulle operazioni di rifinanziamento principali, marginali e sui depositi presso la banca centrale saranno ridotti rispettivamente al 4,25%, 4,50% e 3,75%, con effetto dal 12 giugno 2024.

La decisione era attesa, ma ora l’incertezza riguarda le prossime mosse della BCE. L’istituto ha dichiarato che le future decisioni saranno prese “incontro dopo incontro” e non ha fornito indicazioni sul ritmo futuro dei tassi.

Christine Lagarde, presidente della BCE, ha dichiarato: “Abbiamo deciso di tagliare i tassi oggi perché la nostra fiducia nel percorso futuro dell’inflazione è aumentata”. Le proiezioni di giugno prevedono un’inflazione media del 2,5% per quest’anno nell’Eurozona.

Facile.it ha calcolato che un taglio di 25 punti base potrebbe ridurre di 18 euro le rate dei mutui a tasso variabile. I tassi fissi partono da un Tan del 2,87%, corrispondente a una rata mensile di 589 euro per un mutuo standard di 126 mila euro in 25 anni.

Perché è importante

La riduzione dei tassi di interesse da parte della BCE arriva in un momento cruciale per l’economia dell’Eurozona. Con l’inflazione che ha raggiunto livelli record negli ultimi mesi, la BCE sta cercando di bilanciare la crescita economica e il controllo dell’inflazione. La decisione di tagliare i tassi è vista come una mossa per stimolare l’economia e alleviare la pressione sui consumatori e le imprese.

Il taglio dei tassi di interesse potrebbe avere un impatto significativo sui mutui e sui finanziamenti, rendendo più accessibili i prestiti per i consumatori. Tuttavia, l’incertezza sulle future mosse della BCE potrebbe influenzare i mercati finanziari e la fiducia degli investitori.

La presidente della BCE, Christine Lagarde, ha sottolineato che le future decisioni saranno prese “incontro dopo incontro”, indicando che la BCE rimane flessibile e pronta a reagire ai cambiamenti economici. Questo approccio potrebbe aiutare a stabilizzare l’economia dell’Eurozona in un periodo di incertezza globale.


Per ulteriori aggiornamenti su questo argomento, aggiungi Benzinga Italia ai tuoi preferiti oppure seguici sui nostri canali social: X e Facebook.


Ricevi informazioni esclusive sui movimenti di mercato 30 minuti prima degli altri trader

La prova gratuita di 14 giorni di Benzinga Pro, disponibile solo in inglese, ti permette di accedere ad informazioni esclusive per poter ricevere segnali di trading utilizzabili prima di milioni di altri trader. CLICCA QUI per iniziare la prova gratuita.