Elon Musk si fa beffe della previsione di Cramer su Tesla

Elon Musk reagisce a una previsione di Jim Cramer su Tesla. Scopri come hanno performato le azioni di Tesla e GM da quel momento in poi.

Elon Musk si fa beffe della previsione di Cramer su Tesla
3' di lettura

Elon Musk martedì ha riso di come le azioni di Tesla Inc. (NASDAQ:TSLA) siano salite dopo che Jim Cramer a giugno aveva detto che avrebbe comprato le azioni della casa automobilistica tradizionale General Motors (NYSE:GM) invece di quelle del colosso dei veicoli elettrici.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

La previsione di Cramer su Tesla e GM 

Jim Cramer, conduttore del programma di CNBC ‘Mad Money’ ed ex gestore di hedge fund, alla fine di giugno aveva affermato che avrebbe preferito comprare le azioni di General Motors rispetto a quelle di Tesla. Il CEO di GM, Mary Barra, sta “spaccando tutto”, aveva dichiarato Cramer.

Tuttavia, le azioni di Tesla sono aumentate significativamente da allora, grazie ai numeri delle consegne del secondo trimestre pubblicati la scorsa settimana dall’azienda. Sebbene inferiori rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso, i numeri del secondo trimestre di Tesla hanno superato le stime, facendo salire le azioni e recuperando le perdite in borsa dall’inizio dell’anno.

Sui social media si scherza spesso sul fatto che una raccomandazione di Cramer sia un bacio della morte e viceversa. Dalla previsione di Cramer del 24 giugno, le azioni di Tesla sono salite di quasi il 44% mentre quelle di GM hanno perso quasi il 4%.

Martedì anche il CEO di Tesla si è unito alla conversazione su X per farsi beffe della disastrosa previsione di Cramer, dichiarando: “Incredibile”.

Leggi anche: Tesla svela un design “speciale” per Optimus

GM aumenta le vendite di veicoli elettrici

Nel secondo trimestre GM ha venduto 696.086 veicoli negli Stati Uniti, segnando un aumento dello 0,6% rispetto all’anno scorso. Anche le vendite di veicoli elettrici dell’azienda di Detroit sono aumentate di oltre il 40% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso, raggiungendo le 21.930 unità.

Nonostante l’aumento delle vendite, i veicoli elettrici contribuiscono ancora solo al 3,15% delle vendite totali di GM negli USA.

Tesla, nel frattempo, ha consegnato 443.956 veicoli nel secondo trimestre a livello globale, segnando un calo del 4,8% rispetto all’anno scorso ma superando comunque la stima di consenso. Tesla non suddivide i numeri sulle consegne di veicoli per area geografica.

Movimento del prezzo di Tesla e GM

Le azioni di Tesla hanno chiuso in rialzo del 3,7% a 262,33 dollari martedì. Il titolo è in aumento del 5,6% da inizio anno, secondo i dati di Benzinga Pro. Le azioni di GM, invece, hanno chiuso in calo dello 0,6% a 46,26 dollari martedì. Tuttavia, il titolo è in aumento del 28,3% da inizio anno.

Foto cortesia di Shutterstock

Leggi anche: BONK e Solana guidano il rimbalzo delle criptovalute


Per ulteriori aggiornamenti su questo argomento, aggiungi Benzinga Italia ai tuoi preferiti oppure seguici sui nostri canali social: X e Facebook.


Ricevi informazioni esclusive sui movimenti di mercato 30 minuti prima degli altri trader

La prova gratuita di 14 giorni di Benzinga Pro ti permette di accedere ad informazioni esclusive con cui ricevere segnali di trading efficaci prima di milioni di altri trader. CLICCA QUI per iniziare la prova gratuita.