Nvidia: ulteriore rialzo del target in vista degli utili

Nvidia Target
2' di lettura

Sulla scia dell’aumento del target di prezzo per NVIDIA Corporation (NASDAQ: NVDA) da parte degli analisti di Needham, che l’11 maggio hanno fissato per il produttore di microchip il target piu’ alto fino ad’oggi, anche un analista della Wedbush ha ritenuto opportuno alzare le proprie stime per il titolo.

Cosa dicono gli analisti su Nvidia

In una nota di mercoledì, l’analista Matthew Bryson ha ribadito la raccomandazione Outperform sulle azioni Nvidia, e ha aumentato il target di prezzo da 311 a 340 dollari.

La tesi su Nvidia

Bryson ha dichiarato che giovedì, alla conferenza GTC Keynote, l’amministratore delegato di Nvidia Jensen Huang probabilmente introdurrà Ampere, la nuova micro-architettura grafica della compagnia.

L’analista prevede che il 21 maggio Nvidia riferirà risultati superiori rispetto alle stime di Wedbush del il primo trimestre, nonche’ una guidance piu’ alta della precedente.

Wedbush prevede inoltre una performance contrastante da parte del segmento Videogiochi, in mezzo ad una migliore domanda per questi ultimi e all’interruzione del canale di vendita al dettaglio, ha affermato Bryson.

Intanto, i numeri sulle vendite del segmento del Centro di elaborazione dati della compagnia tecnologica probabilmente registreranno risultati in rialzo rispetto alle stime, per via dell’incremento della spesa nel settore Iperscale e delle indicazioni di tempi di consegna prolungati, ha affermato Bryson. L’analista ha detto di aspettarsi che questo incremento delle vendite aiuti la crescita dei margini.

Wedbush prevede anche un miglioramento nel comparto Visualizzazione, data la tendenza al lavoro da casa, generata dalla pandemia di COVID-19, e dunque data la maggiore domanda di infrastruttura per desktop virtuali.

È probabile che il segmento Auto vedrà una certa debolezza, ha detto l’analista, aggiungendo che questo reparto ha i margini lordi più bassi all’interno della compagnia.

Al netto delle varie considerazioni, sebbene l’insieme delle probabilità sia positive che negative rendano difficile valutare se le vendite saranno in linea con le stime o migliori di esse, ci aspettiamo che il mix andrà a beneficio dei margini e degli utili.

In vista della guidance di Nvidia, Bryson ha dichiarato di aspettarsi un rialzo ancora maggiore nelle vendite dei centri di elaborazione dati, e un accumulo di 17 centesimi per azione legato all’acquisizione di Mellanox, al netto dell’impatto del relativo debito.

Movimento dei prezzi di NVDA

All’ultimo controllo, le azioni Nvidia erano in ribasso dell’1,71%, a 306,77 dollari.