Acquisti Insider da tenere d’occhio: Berkshire Hathaway, Sysco e altri

La scorsa settimana alcuni amministratori aziendali hanno effettuato acquisti di azioni di notevole entità – alcune di queste transazioni sono avvenute sulla scia della dei rapporti trimestrali sugli utili.

La saggezza convenzionale vuole che gli insider e i proprietari di una quota di almeno il 10% di una società comprino le azioni della stessa per un solo motivo: credono che il prezzo del titolo salirà, e vogliono trarne profitto. Per questo motivo, l’internal dealing può rappresentare un segnale incoraggiante per i potenziali investitori, soprattutto nei periodi di incertezza.

Malgrado la volatilità generale del mercato e le difficoltà economiche globali, gli insider continuano ad aggiungere azioni della loro società al loro portafoglio.

Ecco alcuni degli acquisti più interessanti, da parte di insider, resi noti la scorsa settimana:

Sysco

L’investitore attivista Nelson Peltz e un altro amministratore di SYSCO Corporation (NYSE:SYY) hanno aggiunto indirettamente 103.700 azioni di questo gigante dei servizi alimentari alle loro quote di partecipazione. I prezzi per azione andavano dai 50,29 ai 52,27 dollari, per un totale di oltre 10,74 milioni di dollari. Un altro dettaglio interessante è che, nella settimana precedente, i due amministratori avevano acquistato 600.000 azioni ciascuno.

All’inizio di questo mese, Sysco ha registrato utili deludenti per il terzo trimestre finanziario, che sono stati seguiti da prezzi target più bassi. La scorsa settimana, il titolo ha chiuso a 51,75 dollari per azione – ovvero all’interno della suddetta fascia di prezzo di acquisto dei due compratori  insider. Il prezzo del titolo è salito di oltre il 47% dal minimo del 2020, toccato a marzo.

Berkshire Hathaway

La scorsa settimana, un amministratore di Berkshire Hathaway Inc. (NYSE: BRK-B) ha comprato quasi 1.000 azioni di questo conglomerato con sede a Omaha, a 173,30 dollari. Lo stesso amministratore ha acquistato anche otto azioni di classe A attraverso un fondo fiduciario a 261.002,63 dollari l’una. Il totale di queste transazioni ha superato i 2,26 milioni di dollari.

Dall’inizio dell’anno, l’amministratore delegato Warren Buffett si è dimostrato insolitamente cauto. 

La scorsa settimana, le azioni B hanno chiuso con un rialzo di circa il 3%, a 175,07 dollari, mentre le azioni A sono state scambiate a 263.094,00 dollari l’una. Il tempismo degli acquisti del compratore insider sembra essere stato davvero perfetto.

Mercury General

La scorsa settimana, Il fondatore e presidente del consiglio di amministrazione di Mercury General Corporation (NYSE:MCY), George Joseph, è tornato a comprare, acquistando più di 84.000 azioni a una cifra compresa tra i 38,72 e i 38,86 dollari l’una, per un totale di quasi 3,28 milioni di dollari. Joseph aveva anche acquistato più di 447.000 azioni la settimana precedente.

Di recente, le azioni di questa compagnia assicurativa con sede a Los Angeles hanno chiuso a 39,24 dollari per azione, una cifra superiore alla fascia di prezzo dell’ultimo acquisto. Si tratta di oltre il 10% in più rispetto al minimo del 2020, registrato durante il panico della pandemia di COVID-19 a marzo. Il target di prezzo stimato dagli analisti è salito a 44 dollari.

Inoltre, è da notare che la scorsa settimana vi sono stati acquisti di internal dealing anche presso Arch Capital Group Ltd. (NASDAQ:ACGL), Arconic Corp (NYSE:ARNC), Carrier Global Corp (NYSE:CARR) e Green Dot Corporation (NYSE:GDOT).

L’autore non aveva alcuna posizione nelle azioni menzionate nel momento in cui e’ stato scritto l’articolo.