HSBC Sostiene la Nuova Legge Cinese su Hong Kong

La banca britannica HSBC Holdings plc (NYSE: HSBC) ha pubblicamente sostenuto la controversa legge cinese sulla sicurezza nazionale per la città semi-autonoma Hong Kong, ha riferito Reuters mercoledì.

HSBC Sostiene la Nuova Legge Cinese su Hong Kong
1' di lettura

La banca britannica HSBC Holdings plc (NYSE: HSBC) ha pubblicamente sostenuto la controversa legge cinese sulla sicurezza nazionale per la città semi-autonoma Hong Kong, ha riferito Reuters mercoledì.

Cosa è Successo

Peter Wong, amministratore delegato per la sezione Asia della HSBC, la più grande banca d’Europa, ha firmato una petizione a sostegno della legge che punta a ridurre ulteriormente l’autonomia di Hong Kong, secondo Reuters.

Wong ha dichiarato a Xinhua, agenzia di stampa ufficiale della Repubblica Popolare Cinese, che la legge contribuirebbe a portare stabilità a Hong Kong, la quale ha registrato frequenti scontri tra l’amministrazione locale, sostenuta da Pechino, e i manifestanti anti-governativi, come riportato dalla Reuters.

La HSBC ha dichiarato, in un messaggio sui Social Media in Cina, che la banca “rispetta e sostiene tutte le leggi che stabilizzano l’ordine sociale di Hong Kong”, ha osservato Reuters.

Perché è Importante

Hong Kong è il mercato più importante per HSBC, e la banca britannica ha avuto difficoltà nello svolgimento delle proprie operazioni, in un Paese colpito da diffuse proteste, sin dall’anno scorso.

HSBC divenne obiettivo delle proteste intorno alla vigilia di Capodanno, quando la banca chiuse un conto di raccolta fondi di attivisti che si opponevano a una proposta di legge sull’estradizione.

L’ultima mossa della Cina per introdurre una legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong, volta a limitare qualsiasi dissenso contro il governo comunista del paese, ha ricevuto una forte opposizione da parte degli Stati Uniti e dell’Unione Europea.

Movimento dei Prezzi di HSBC

Giovedì, all’orario di pubblicazione del presente articolo, le azioni HSBC hanno registrato un calo dell’1,07%, a 24,99 dollari, alla Borsa di New York.