Un interessante ETF Tech

Di seguito, l’analisi di un interessante ETF del settore tecnologico, che potrebbe rivelarsi più difensivo di quanto non sembri in apparenza

Gli ETF a leva, come ad esempio il Direxion Daily Technology Bull 3X Shares (NYSE:TECL), di solito non sono considerati come idee di investimento difensive. Certamente non sono strumenti adatti ad operazioni a lungo termine, eppure alcuni osservatori di mercato stanno evidenziando le proprietà difensive dei titoli tecnologici.

Cosa è successo

TECL è progettato per offrire il triplo dei rendimenti giornalieri del Technology Select Sector Index. In effetti, TECL è una scommessa a leva su Microsoft (NASDAQ:MSFT) e Apple (NASDAQ:AAPL), poiché questi due titoli costituiscono complessivamente circa il 40% dell’intero indice.

No, il settore tecnologico non ha mostrato una dinamica perfetta quest’anno. A causa del Coronavirus, esso ha avuto alcuni incidenti di percorso (peraltro insieme ad altri gruppi), ma è stato anche uno dei gruppi più performanti, un tema che alcuni esperti prevedono replicarsi nella seconda metà dell’anno.

Perché è importante

“Sebbene gli utili del comparto tech siano stati colpiti insieme a tutti gli altri, stanno comunque reggendo notevolmente bene”, ha dichiarato BlackRock in una nota recente. “Ciò non sorprende. Anche se il lockdown sta schiacciando i consumi, il tech continua a dominare le quote in portafoglio sia per gli individui che per le aziende. Un recente sondaggio dell’amministratore delegato di Fortune 500 ha rilevato che il 75% delle aziende prevede di aumentare la spesa tecnologica”.

Dal mese scorso, TECL è in aumento del 24%, e dall’inizio del secondo trimestre i trader hanno aggiunto quasi 32 milioni di dollari a questo fondo tecnologico. Tuttavia, la controparte ribassista di TECL — il Direxion Daily Technology Bear 3X Shares (NYSE:TECS) — dal 1° aprile ha registrato afflussi per 40,15 milioni di dollari. Gli ETF a leva sono spesso un territorio fertile per le scommesse contrarian, ma in questo caso il fondo rialzista (il TECL) sembra il modo giusto per procedere nel breve termine.

“Molti dei cambiamenti aziendali e sociali più ampi richiesti dal virus accelerano le tendenze esistenti: commercio di Internet, cloud computing, giochi, streaming e comunicazione da remoto”, secondo BlackRock. “Un esempio: la spesa per l’e-commerce al dettaglio è in aumento di quasi il 60% su base annua. Sebbene una parte di questa sia temporanea e dovrebbe invertirsi man mano che la crisi svanisce, molte di queste tendenze rimarranno molto dopo che il COVID-19 sarà stato sconfitto.”

Cosa potrebbe succedere

Per quanto riguarda le questioni che potrebbero interessare l’ETF ribassista (il TECS), vengono in mente la politica e i rapidi sviluppi sul fronte del vaccino anti-Covid. È difficile vedere che quest’ultimo punto possa far deragliare il settore tecnologico, ma potrebbe incoraggiare alcuni investitori ad abbracciare settori più rischiosi, inducendo ad allocazioni più basse su titoli tech di maggiore qualità.

Per quanto riguarda le elezioni di novembre, “è facile dimenticare che mancano meno di sei mesi a delle elezioni potenzialmente sismiche. A seconda del risultato, l’ambiente politico potrebbe cambiare in modi meno favorevoli per le grandi aziende tecnologiche”, ha affermato BlackRock.

Nessun Articolo da visualizzare