Titolo del giorno di PreMarket Prep: Nio

Lo speciale di Benzinga questa volta si concentra sul produttore cinese di veicoli elettrici

Titolo del giorno di PreMarket Prep: Nio
4' di lettura

Il programma di Benzinga PreMarket Prep va in onda ogni mattina dalle 8 alle 9 ET. Durante quest’ora frenetica e altamente istruttiva, i trader e gli investitori si sintonizzano per ottenere le principali notizie della giornata, i fattori che influenzano le scelte di mercato e il corrispondente movimento dei prezzi per la sessione seguente.

Ogni giorno, il programma copre almeno 20 titoli scelti dai co-presentatori Joel Elconin e Dennis Dick insieme al produttore Spencer Israel.

Per chi non ha tempo di sintonizzarsi dal vivo o di ascoltare il podcast, Benzinga metterà in evidenza un titolo che merita ulteriori approfondimenti. L’analisi non rappresenta una raccomandazione di acquisto o vendita.

Con la crisi del COVID-19 che negli ultimi mesi ha influenzato i movimenti del mercato, i cambiamenti di rating da parte degli analisti sono passati in secondo piano nel PreMarket Prep.

Ma quando un analista modifica il proprio rating su un titolo molto seguito nel giro di meno di un mese ciò non passa inosservato, e infatti è quello che si è verificato mercoledì.

Il cambio di raccomandazione effettuato nel giro di soli 21 giorni da Fei Fang, analista di Goldman Sachs, su NIO Inc – ADR (NYSE:NIO), fa del produttore cinese di veicoli elettrici il titolo del giorno nel PreMarket Prep.

La società: Soprannominata la Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) cinese, l’azienda opera nel segmento di mercato premium dei veicoli elettrici del Paese.

Nio progetta e congiuntamente produce e vende veicoli elettrici premium smart e connessi, sostenendo l’innovazione nelle tecnologie di prossima generazione in termini di connettività, guida autonoma e intelligenza artificiale.

Nio definita azienda top su ‘60 Minutes’ Una volta che i titoli con una ‘storia’ da raccontare si fanno strada verso i media e il pubblico generale, spesso hanno motivo di festeggiare.

Domenica 24 febbraio 2019, in uno dei suoi segmenti, lo speciale di Benzinga “60 Minutes” aveva dipinto Nio come un’azienda in procinto di dominare il mercato delle auto elettriche in un futuro non troppo lontano.

Dopo aver terminato la sessione del venerdì a 8,17 dollari, Nio era salita a 9 dollari, e il giorno successivo aveva raggiunto il suo massimo storico, a 10,64 dollari. Aveva poi pareggiato quel massimo il 5 marzo 2019, raggiungendo i 10,63 dollari.

Entro la fine di marzo 2019 il titolo avrebbe poi perso più della metà del suo valore, chiudendo il mese a 5,10 dollari.

A ottobre 2019 poi il titolo avrebbe toccato il livello più basso, a quota 1,19 dollari, per poi rimbalzare e chiudere l’anno a 4,02 dollari.

Nel 2020 Nio segue l’andamento del mercato Prima che tra la fine di febbraio e i primi di marzo 2020 il mercato generale venisse scosso dalla crisi del coronavirus, il titolo si muoveva nell’area dei 4 dollari.

Nio non è stata risparmiata dalle vendite indiscriminate di marzo, scendendo così a 2,11 dollari. Il titolo ha poi nuovamente toccato quel livello ad aprile, con un bottom di 2,22 dollari. Va notato che si tratta comunque di un livello superiore di oltre 1 dollaro rispetto al minimo di ottobre 2019.

Pochi giorni prima dell’upgrade da parte di Goldman Sachs, Nio era già tornata a far registrare una performance vicina ai massimi da inizio anno, al livello dei 4,70 dollari.

Il 3 giugno Goldman Sachs innalza il rating di Nio Il 3 giugno, Goldman Sachs ha alzato il rating del titolo da Neutral a Buy e ha annunciato un prezzo obiettivo di 6,40 dollari.

Durante la sessione di quel giorno il titolo ha chiuso appena sotto il suo massimo giornaliero, a 5,60 dollari.

A questo punto Nio ha cavalcato il rally di giugno dell’S&P 500, e lunedì ha raggiunto il picco dei 7,90 dollari.

Ecco che arriva la variazione Prima dell’apertura di mercoledì – e solo 20 giorni dopo aver innalzato il rating del titolo – Fang ha declassato Nio da Buy a Neutral e ha aumentato l’obiettivo di prezzo da 6,40 a 7 dollari.

Durante la scarica di ticker analizzati verso la fine del PreMarket Prep di mercoledì, ai conduttori è stato chiesto il loro parere sulla questione.

Il conduttore Dennis Dick non ha fatto giri di parole.

“[Con] Goldman che compra basso e vende alto, starò con Goldman. Io venderei”.

La discussione completa sul titolo è disponibile qui:

Movimento dei prezzi corrispondente A seguito di un’apertura più bassa, Nio non è riuscita nemmeno a superare il minimo di martedì (7,19 dollari), raggiungendo un picco di 7,04 dollari.

Il titolo ha chiuso la sessione di mercoledì in calo del 5,18%, a 6,86 dollari.